GUIDONIA - Brucia i rifiuti tra gli alberi di ulivo, romeno denunciato

Blitz della Forestale in via Formello, sequestrata una mega discarica abusiva Italiano beccato in via della Pietrara

Per svolgere la sua attività imprenditoriale al meglio aveva preso in gestione un terreno. Il problema è che lo aveva trasformato in una discarica abusiva e in un inceneritore di spazzatura.

Per questo venerdì 17 marzo i Carabinieri Forestali della stazione di Guidonia hanno denunciato per gestione e combustione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi M. F., imprenditore edile romeno di 52 anni residente a Guidonia Montecelio.

Il blitz dei militari è scattato a seguito di un esposto che segnalava un accumulo sproporzionato di rifiuti in un terreno di proprietà di due ultraottantenni di Tivoli ubicato in via Formello, la strada che collega le cementerie di Guidonia alla via Palombarese.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Anagrafe, Stato Civile ed Ufficio Elettorale: certificati esenti dai diritti comunali

Gli investigatori si sono presentati sul posto, ma hanno trovato il cancello chiuso e per questo hanno alzato in volo il drone attraverso il quale hanno scoperto la maxi discarica abusiva tra gli alberi di ulivo.

A quel punto, i Forestali hanno richiesto e ottenuto dalla Procura di Tivoli un mandato di perquisizione. Durante il controllo i carabinieri hanno accertato la presenza su un’area di circa 800 metri quadrati di rifiuti in vetro, ferrosi, in plastica, scarti da lavorazione edile e scarti in legno, rifiuti indifferenziati solidi urbani, contenitori con residui di vernice.

Sul terreno sono state rinvenute anche ceneri di rifiuti parzialmente bruciati e un braciere utilizzato dall’imprenditore per disfarsi dei rifiuti.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Scuola Taddei, l'amministrazione Proietti incontra le famiglie degli alunni

Mercoledì 15 marzo i Carabinieri Forestali di Guidonia hanno denunciato T. O., imprenditore edile italiano di 38 anni, per gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi.

Anche in questo caso è stato un esposto ad attivare le indagini dei militari che durante il sopralluogo nel terreno dell’uomo in via della Pietrara hanno rinvenuto una discarica abusiva di 200 metri quadrati con scarti di lavorazione edile, rifiuti in vetro, in plastica, in legno e in ferro.

Sul terreno i carabinieri hanno rinvenuto tracce di rifiuti bruciati.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.