TIVOLI – Bombardamento della città, il sindaco commemora i 464 civili

Omaggio al monumento ai caduti nel 79esimo anniversario dell'eccidio

In occasione dei 79 anni dal bombardamento di Tivoli, avvenuto il 26 maggio 1944, il Sindaco di Tivoli Giuseppe Proietti e l’amministrazione comunale hanno commemorato i 464 civili, sorpresi dai bombardamenti aerei e deceduti quel tragico giorno. Alle 10, a piazza Garibaldi, il Sindaco ha reso omaggio ai caduti di fronte al monumento intitolato alle vittime tiburtine, dove è stato deposto un cuscino di fiori e osservato un minuto di silenzio. Successivamente, il corteo si è spostato al Cimitero comunale.

“Anche quest’anno sentiamo il dovere di ripercorrere con la memoria quella mattinata così drammatica per la storia di Tivoli, in cui centinaia di bambine e bambini, donne e uomini, cittadini innocenti come noi, intenti nelle loro attività quotidiane, persero la vita in modo ingiusto – ha affermato il primo cittadino -. La città uscì sfigurata da quei bombardamenti, nulla fu più lo stesso. 

Oggi siamo qui per ricordare, per diffondere un messaggio di pace. Anche se è difficile parlare di insegnamenti che devono venirci da esperienze passate quando ancora oggi nel nostro continente imperversa una guerra che sta mietendo vittime e che dimostra che il sacrificio di tanti non è stato ancora sufficiente ad impedire che si ripetano tali tragedie.

La guerra è sofferenza, la guerra è atrocità, la guerra è fine della vita. Non dobbiamo mai stancarci di ripeterlo. Abbiamo il dovere di fare di tutto, a tutti i livelli, affinché non accada mai più”.

Dopo l’omaggio alle vittime presso il Cimitero, il Sindaco ha preso parte, insieme alla Vicesindaca e Assessora ai Lavori Pubblici Laura Di Giuseppe, alla manifestazione dal titolo “26 maggio 1944 – 26 maggio 2023. La guerra è tornata ad affacciarsi in Europa” patrocinata dal Comune di Tivoli e promossa dalla Diocesi di Tivoli e Palestrina, dalla Casa delle culture e dell’arte, dalla Comunità di Sant’Egidio e dalla Casa dei Diritti Sociali della Valle dell’Aniene.

LEGGI ANCHE  VICOVARO - Elezioni, De Simone sfida Crielesi per il terzo mandato da sindaco

Decine di bambine e bambini, ragazzi e ragazze di diverse scuole del territorio hanno preso parte all’evento, durante il quale si sono alternate esibizioni musicali e lettura di brani letterari significativi sul tema della pace e della guerra.

A conclusione della mattinata, come omaggio ai presenti, sono stati distribuite delle “Bombe di semi”, confezionate dagli alunni stessi, da “sganciare” per far crescere piante e fiori.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.