TIVOLI - Giallo al Centro commerciale, il cadavere è di un muratore italiano?

Sarebbe un 57enne di Guidonia l’uomo rinvenuto nel sotterraneo de “Le Palme”

Nell’ambiente dei clochard si sussurra il suo nome, quello di un 57enne muratore italiano residente a Guidonia Montecelio.

Sarebbe lui l’uomo rinvenuto dalla Polizia senza vita lunedì mattina 13 novembre nel parcheggio sotterraneo prospiciente la Via Tiburtina e antistante il centro commerciale “Le Palme”, a Tivoli Terme, struttura abbandonata di proprietà del Comune di Tivoli (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

Al momento dal Commissariato di Tivoli e dalla Questura di Roma non trapelano informazioni, se non che l’uomo ritrovato era un senza fissa dimora privo di documenti e che ad una prima ispezione non sarebbero stati individuati segni di violenza sul cadavere.

D’altronde, il corpo senza vita giaceva su un materasso, uno dei tanti giacigli di fortuna utilizzato dai senza fissa dimora che trascorrono le notti nel parcheggio sotterraneo al Centro commerciale “Le Palme”, immobile di oltre 4.000 metri quadrati costruito nel 2004 rimasto sempre inutilizzato e abbandonato.

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA - Centrale dello spaccio in una villa abbandonata, tre arresti

Proprio nell’ambiente dei clochard si indica il 57enne italiano, ex muratore, da tempo irreperibile all’indirizzo dichiarato nel Centro di Guidonia, volto noto anche ai sanitari del pronto soccorso di Tivoli, dove l’uomo passava le notti insieme ad altri senzatetto. Senzatetto che non lo hanno più visto da domenica scorsa.

A chiudere il caso sarà l’autopsia disposta dalla Procura di Tivoli per stabilire le cause del decesso ed eventualmente risalire all’identità della vittima.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.