TIVOLI - Inciampa nel tombino e si frattura, richiesti 25 mila euro di danni

Pedone cita in Tribunale Comune e Acea

Di sera percorreva a piedi vicolo dei Sosii, quando altezza del civico 7 inciampò rovinando in terra a causa del manto stradale dissestato.

Per questo ora un cittadino ha citato in giudizio il Comune di Tivoli chiedendo un risarcimento danni di 25.128 euro, oltre rivalutazione monetaria ed interessi.

Il caso emerge dalla delibera numero 75 – CLICCA E LEGGI LA DELIBERA – approvata dalla giunta comunale venerdì scorso 12 aprile.

Con l’atto viene conferito mandato al Sindaco Giuseppe Proietti per costituirsi nel giudizio e autorizzata la chiamata in causa di terzi e/o a garanzia, la nomina di consulenti tecnici di parte.

Lo scorso 25 marzo il pedone ha infatti notificato all’amministrazione la citazione nei confronti del Comune di Tivoli e di Acea Ato2 Spa davanti il Tribunale Ordinario di Tivoli per l’infortunio subito il 5 settembre del 2022 in vicolo dei Sosii.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Elezioni, un esercito di 207 candidati per Marco Innocenzi Sindaco

Secondo la ricostruzione del pedone, verso le 21 era caduto a causa della sconnessione della pavimentazione e del rialzo di un tombino fognario riportando lesioni gravi addebitabili ai due Enti.

La giunta Proietti intende contestare quanto affermato dal pedone ed escludere la responsabilità del Comune, con particolare riferimento alla dinamica dell’incidente, alla condotta del denunciante ed al nesso causale fra l’evento lesivo e la cosa in custodia, evitando così che le ingenti somme richieste vengano addebitate all’Ente.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.