Monterotondo – Fuga di gas da un appartamento, tragedia sfiorata nel centro storico

Loro non si sono accorti di nulla, almeno stando a quello che hanno raccontato a Tiburno. Eppure la fuga di gas da una bombola posizionata all’interno di un appartamento di via Ricciotti Garibaldi a Monterotondo ha fatto tremare in molti.

Mercoledì 19 marzo, intorno alle 12 e 30, carabinieri del Nucleo radiomobile di Monterotondo e uomini dei Vigili del Fuoco di Montilibreti son intervenuti nel centro storico a sirene spiegate per una fuga di gas, segnalata da alcuni vicini, proveniente da un appartamento di una palazzina storica del Borgo.

Quando i carabinieri sono arrivati a destinazione e hanno suonato alla porta non è arrivata alcuna risposta.  A forza di calci e pugni alla porta, i militari sono riusciti a svegliare i residenti dell’appartamento, che stavano in quel momento stavano dormendo, non è chiaro se per effetto dello stesso gas oppure no. Tutto si è risolto senza problemi, ma la paura è stata tanta. Gli inquilini, che si trovavano in affitto nella casa del centro, hanno racconto di non essersi resi conto di niente, almeno fino a quando hanno sentito i colpi e i calci alla porta d’ingresso, negando al contempo che dormissero per l’effetto del gas. La fuga sarebbe stata generata dal deterioramento del tubo che collega la bombola ai fornelli.

 

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Stuprata in casa a 12 anni, condannato il papà orco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *