CASTEL MADAMA – Elezioni, Michele Nonni candidato sindaco del Centrosinistra

Il consigliere comunale della lista civica “Tutta un’altra Storia” sostenuto da una coalizione composta da Pd, Sinistra Italiana, Movimento 5 Stelle e associazioni locali

E’ Michele Nonni il candidato sindaco del Centrosinistra alle prossime elezioni comunali di Castel Madama.

Ad annunciarlo sabato 5 giugno è stata la Lista civica “Tutta un’altra Storia” con la quale Nonni è stato eletto consigliere comunale alle amministrative del 2016.

Castellano doc, 47 anni, vice soprintendente della Polizia locale della Città Metropolitana di Roma, Michele Nonni fu eletto per la prima volta consigliere comunale nel 2001 e nel biennio 2011-2012 è stato vice sindaco con delega all’Urbanistica e all’Ambiente.

A sostenere la sua candidatura a sindaco ci sono Pd, Sinistra Italiana e Movimento 5 Stelle, oltre ad alcune associazioni locali.

LEGGI ANCHE  Tivoli - A Villa Adriana al via ai lavori per 1,8 milioni di euro

“Tra settembre ed ottobre 2021 ci sarà il rinnovo del consiglio comunale di Castel Madama – si legge nel comunicato della Lista civica “Tutta un’altra Storia” – La nostra coalizione ha deciso di candidare alla carica di Sindaco Michele Nonni, in questo momento consigliere di opposizione e figura centrale della nostra attività.

Crediamo che la figura di Michele possa riportare autorevolezza e valore al ruolo del primo cittadino di Castel Madama, con la convinzione che la nostra amministrazione, con trasparenza ed efficienza possa dare riposte ai veri problemi che affliggono il paese”.

“La coalizione – si legge sempre nel comunicato di “Tutta un’altra Storia” – è formata da partiti, associazioni e singole persone e vuole essere aperta ed inclusiva nei confronti di tutti i nostri concittadini che vorranno dare un contributo di idee e di impegno per rendere il nostro paese più solidale, ecologico, forte e sicuro.

LEGGI ANCHE  “L'ingresso del Partito Democratico nella giunta di Guidonia è un segnale di apertura e rafforzamento”

Inizia ufficialmente questa nuova esperienza, non ci resta che cominciare a lavorare per il nostro paese. Noi ci siamo.. E voi?”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *