Il 2021 è l’anno dello sharing mobility

Non ci si sposta quasi più con i propri mezzi, ma si tende sempre di più a noleggiarne alcuni ad ore

Sta spopolando nell’ultimo periodo, lo sharing mobility e se ne parla sempre di più, ma di cosa si tratta? Questo fenomeno riguarda quegli spostamenti da un luogo ad un altro che avvengono tramite “veicoli condivisi”. Nell’ultimo anno è stato registrato il boom di persone che non usano più la propria auto, o il proprio scooter, ma utilizzano servizi di noleggio a ore.

Dai dati emerge, in particolare, chel’uso di tutti i servizi di sharing è cresciuto sensibilmente nel 2021, ritrovando nelle prime due settimane di giugno i valori medi pre-pandemici. Tra tutti quanti i servizi “-sharing”, lo scootersharing è quello che ha recuperato terreno più velocemente, seguito dal bike sharing e, ultimo, dal car sharing.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Alla ricerca di persone scomparse con l'aiuto dello sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *