Tokyo 2020: ragazze olimpiche

Hend ha 12 anni ed è la più giovane atleta in gara. Mary di primavere ne ha 66 portate alla grande

Determinazione senza età

Hend Zaza e Mary Hanna sono entrambe presenti alle Olimpiadi di Tokyo 2020. La prima, giocatrice di tennistavolo, rappresenta la Siria. La seconda, amazzone australiana, è specialista del dressage.

Hend ha 12 anni ed è la più giovane atleta di questi Giochi, Mary la più anziana, 66 primavere portate alle grande.

La ‘signora dei cavalli’ nata a Melbourne, città che divenne olimpica a meno di due anni dalla sua nascita, ha iniziato a cavalcare nella fattoria dei genitori a 4 anni. Nel suo palmares nessuna medaglia ma a lei spetta il primato di partecipazioni olimpiche, ad Atlanta nel ‘96, poi in Australia, quindi ad Atene nel 2004, Londra e Rio rispettivamente nel 2012 e nel 2016.

LEGGI ANCHE  Eccellenza e Promozione, il regolamento per promozioni e retrocessioni

Mary Hanna è la seconda atleta più anziana di sempre delle Olimpiadi. Ma, nella prossima edizione targata Parigi, potrebbe acciuffare il record della britannica Lorna Johnstone, sempre nell’equitazione, che a Monaco di Baviera gareggiò all’età di 70 anni.

Hend Zaza è invece la quinta atleta più giovane delle Olimpiadi moderne, la più giovane di sempre nel ping pong.

Nata nel 2009 ad Hama a circa 200 chilometri dalla capitale Damasco, ha impugnato la racchetta da quando aveva appena 5 anni ed è l’unica in Siria ad aver vinto in tutte e quattro le categorie: speranze, cadette, junior e senior.

La guerra in Siria aveva creato grossi ostacoli negli allenamenti ma la determinazione della giovane giocatrice è stata ancora più forte delle bombe.

LEGGI ANCHE  Serie D un sogno ancora in piedi per la Tivoli 1919

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *