Il Real Monterotondo Scalo dopo la seconda rete credeva nell'impresa di raggiungere il Gladiator

SERIE D – Scalo: esordio casalingo amaro, poker del Gladiator 1924

Ancora a secco di punti il Real Monterotondo Scalo, che tra le mura amiche dell’”Ottavio Pierangeli” subisce quattro gol dal Gladiator 1924.

di Luca Pellegrini

C’era grande attesa da parte del popolo eretino per questa prima partita in casa: la tribuna del Pierangeli era infatti gremita in ogni suo posto a disposizione ed i tifosi non hanno smesso di cantare ed incitare la squadra fino al fischio finale, giunto dopo 5 minuti di recupero. 

Il fallo che ha decretato il rigore per il momentaneo 1 a 1 del Real Monterotondo Scalo
Il fallo che ha decretato il rigore per il momentaneo 1 a 1 del Real Monterotondo Scalo

Mister Attilio Gregori, oggi in tribuna a causa della squalifica di due giornate rimediata a Cassino nella prima di campionato, schiera un 4-3-3 con alcuni interpreti diversi rispetto alla prima giornata di campionato: a difesa della porta c’è il classe 2002 Grussu al posto di Proietti Gaffi, in difesa cambiano entrambi i terzini: Agaci prende il posto di Carosi sulla destra mentre sull’altra fascia Alessandro Albanesi sostituisce Marino. Confermato il tridente di centrocampo Lalli – Riccucci – Sganga, in attacco Pascu si prende la titolarità e la fascia da capitano, dopo l’abbandono in corsa di Cardillo, Tilli viene confermato a sinistra mentre Lupi si prende la fascia destra al posto di Sansotta. 

La palla finisce in rete, per il Real Monterotondo Scalo è l'1 a 1
La palla finisce in rete, per il Real Monterotondo Scalo è l’1 a 1

Nel Gladiator il pericolo numero uno è il portoghese Varela, affiancato in attacco dal classe ‘01 Strianese; le due punte sono supportate dal n°9 Barone. Difesa a quattro per mister Marino con Cassaro e Sall al centro e gli under Caruso e Arrivoli sulle fasce. Completano l’undici titolare i centrocampisti Vitiello, Marzano e Petito.  

I tifosi hanno incitato il Real per tutta la gara
I tifosi hanno incitato il Real per tutta la gara

Primo Tempo 

Inizio di gara subito in salita per il Real Monterotondo Scalo: lancio lungo dalle retrovie che pesca Varela, bravo a sfuggire alla retroguardia avversaria. L’attaccante portoghese prova a saltare anche Grussu e finisce giù: per l’arbitro è calcio di rigore tra le proteste dei giocatori e tifosi locali. Il contatto effettivamente sembra non esserci. Dal dischetto si presenta Barone che angola la conclusione e batte Grussu: al secondo minuto il Gladiator è già in vantaggio. Poco dopo la rete del vantaggio La Rosa è costretto a lasciare il terreno di gioco per un problema muscolare, al suo posto entra capitan Flavio Albanesi. Gli ospiti continuano ad attaccare sull’onda dell’entusiasmo e sfiorano il raddoppio con Marzano, bravo a liberarsi ed andare alla conclusione; Grussu è attento e copre il primo palo.  

Lo Scalo risponde al minuto 19: corner di Lalli che mette in crisi la difesa avversaria, il pallone finisce sui piedi di Flavio Albanesi che viene abbattuto in area: è ancora una volta calcio di rigore. Lo stesso Lalli si incarica della battuta e trasforma per la rete che vale l’1-1. 

La festa dopo il primo gol del Real Monterotondo Scalo
La festa dopo il primo gol del Real Monterotondo Scalo

I ragazzi di Gregori sembrano averla rimessa in piedi e cominciano a rendersi più pericolosi: al 23’pt Lupi serve un pallone perfetto per Tilli, che calcia e trova una grande risposta di Savelloni. Il salvataggio dell’estremo difensore è decisivo, dato che pochi minuti dopo arriva il nuovo vantaggio dei sammaritani: sull’ennesimo lancio lungo dalla difesa Grussu esce fuori dai pali e commette una grave ingenuità, regalando a Varela un pallone che il portoghese devo solo appoggiare a porta vuota. Lo Scalo molla la presa nel finale di frazione e subisce anche il terzo gol: sugli sviluppi di una palla inattiva la difesa non riesce ad allontanare la sfera che finisce sui piedi di Varela. Il tiro del portoghese finisce sul palo ma sulla respinta il più lesto di tutti è Marzano, che firma la rete del 3-1. Nel recupero ci prova Pascu ma la sua conclusione è centrale e non preoccupa Savelloni. 

Una punizione per il Real Monterotondo Scalo
Una punizione per il Real Monterotondo Scalo

Secondo Tempo 

Nella ripresa lo Scalo cambia il portiere: Proietti Gaffi prende il posto di un rivedibile Grussu. Fa il suo ingresso in campo anche il 2002 Zambrini che sostituisce Sganga. Bisogna aspettare il quindicesimo minuto per vedere la prima conclusione: Riccucci riceve palla sulla trequarti e calcia praticamente da fermo, Savelloni deve volare per togliere la palla dallo specchio della porta.

Il Real Monterotondo Scalo cerca di rendersi più pericoloso nella ripresa
Il Real Monterotondo Scalo cerca di rendersi più pericoloso nella ripresa

Un minuto dopo lo Scalo sfiora la rete del 2-3: iniziativa di Lupi che si libera sulla fascia sinistra e dal vertice dell’area prova la conclusione a giro, Savelloni respinge addosso a Tilli che però non riesce a correggere in rete. Il Gladiator si limita a gestire il doppio vantaggio, lasciando il pallino del gioco agli avversari. La girandola dei cambi sembra non portare a molti risultati, ma a cinque minuti dalla fine lo Scalo la riapre clamorosamente: corner battuto corto che trova Zambrini libero al limite dell’area, la conclusione dell’ex Monterosi viene corretta in rete dall’altro neoentrato Bornivelli.

Il Real Monterotondo Scalo dopo la seconda rete credeva nell'impresa di raggiungere il Gladiator
Il Real Monterotondo Scalo dopo la seconda rete credeva nell’impresa di raggiungere il Gladiator

Il “Pierangeli” torna ad urlare per gli ultimi cinque minuti di speranza, ma al primo minuto di recupero si spengono tutti i sogni di gloria degli eretini: lo Scalo infatti è sbilanciato in avanti e sull’ennesimo lancio lungo un instancabile Varela riesce ad involarsi dalla linea della metà campo tutto solo verso la porta. La conclusione del n°7 viene respinta da Proietti Gaffi ma finisce sul petto dello stesso Varela che segna la doppietta personale quasi involontariamente. Dopo sei minuti di recupero, il sig. Silvera della sezione di Valdarno dice che può bastare: finisce 2-4 per il Gladiator 1924 che grazie a questa vittoria sale a quattro punti in classifica, ancora a secco invece la formazione rossoblù che per la prossima giornata sarà protagonista nel litorale romano per affrontare l’Ostiamare. 

Un'azione del Real Monterotondo Scalo
Un’azione del Real Monterotondo Scalo

Tabellino 

Real Monterotondo Scalo 

Grussu (5’st Proietti Gaffi), Agaci, A. Albanesi, La Rosa (4’pt F. Albanesi), Pasqui, Riccucci, Sganga (5’st Zambrini), Lalli (26’st Baldassi), Tilli, Pascu (11’st Bornivelli), Lupi. A disp: Scarfò, Marino, Sansotta, Fiorucci. All: Marcangeli 

Gladiator 1924 

Savelloni, Caruso, Cassaro (5’st Manes), Vitiello, ArrivoliSall, Varela, Marzano, Barone (43’st Melli), Petito (35’pt Passaro, 35’st Garritano), Strianese. A disp: Casillo, Dommarco, Esposito, Perrino, Novello. All: Marino 

Arbitro: sig. Julio Milan Silvera (Valdarno) 

1° Assistente: sig. Romualdo Piedipalumbo (Torre Annunziata) 

2° Assistente: sig. Giuseppe Chiarillo (Moliterno) 

Marcatori 

2’pt rig. Barone (GL), 19’pt rig. Lalli (RM), 31’pt e 46’st Varela (GL), 43’pt Marzano (GL), 41’st Bornivelli (RM). 

Note 

Ammoniti2’pt Grussu (RM), 25’pt Sganga (RM), 29’pt Cassaro (GL). 

Recupero3’pt – 6’st 

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  TIVOLI - Il campione olimpico Kirani James all'Olindo Galli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.