Proroga Opzione Donna ed estensione Ape Social

Tra sindacati e governo però manca l’accordo sulle pensioni, sospesa la riunione di martedì 26 ottobre 2021

Il sindacato ha stimato insufficienti le risorse stanziate per le pensioni. L’incremento di seicento milioni è apparso modesto, considerate le necessità per il comparto. Mario Draghi si è quindi alzato dall’incontro mentre la discussione ha avuto una continuazione che non è arrivata a conclusione. Il sindacato ora si è pronunciato nei termini di una ripresa della    mobilitazione sulla quale seguiranno le valutazioni.

La legge di bilancio è stata l’oggetto della riunione tra governo e sindacati martedì 26 ottobre a Palazzo Chigi. Ed è qui che si è trattato il problema della previdenza e il superamento di “quota 100”. Opzione Donna e l’estensione dell’Ape Social si prevede siano inserite nella legge di bilancio nella cui redazione si prevede la proroga della prima misura e l’estensione della seconda.

LEGGI ANCHE  Guidonia, perché ancora tutto tace?

La previdenza è considerata la priorità del governo. Segue il fondo per il taglio delle tasse su cui seguiranno le misure in Parlamento. Nel frattempo nella legge di bilancio infatti si prevede di prorogare sia Opzione Donna che l’Ape social ad altre figure professionali che prevedono un logoramento dei lavoratori.

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *