L’alta Valle dell’Aniene progetta il futuro insieme

Primo incontro ad Agosta

Istituire commissioni nell’ambito della X Comunità Montana che sviluppino progetti finanziabili con i futuri fondi del Pnrr. A proporlo il Commissario della Comunità Montana, Gina Panci, durante la riunione che si è tenuta ad Agosta venerdì 19 novembre in collaborazione con Uncem Lazio e Regione. “È necessario progettare insieme per utilizzare al meglio questi strumenti”, ha detto Panci. Durante l’appuntamento che ha coinvolto i sindaci della Valle dell’Aniene si è discusso anche del Contratto di Fiume per l’Aniene e della Nuova Unione Montana”, organizzato in collaborazione con UNCEM Lazio e Regione Lazio

Presenti a confrontarsi sugli aspetti tecnici del CdF i rappresentanti dell’Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Centrale, dell’Ufficio di Scopo Piccoli Comuni e Contratti di Fiume della Regione Lazio, della IX, XI e XII Comunità Montana e dei Parchi Regionali dei M.ti Simbruini e dei M.ti Lucretili, di STO ATO 2 e ACEA ATO 2, dell’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este e dell’Ente Roma Natura, oltre a numerosi Sindaci e rappresentanti della Città metropolitana di Roma e associazioni di categoria, tutti concordi sulle grandi opportunità che questo progetto comporta per il territorio: sono previsti ulteriori incontri per proseguire sulla base dei feedback emersi.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - “Impegno Comune”, gli ex grillini entrano nella lista di Bertucci

Assai partecipato l’evento su PNRR e Nuova Unione Montana, che ha visto presenti il Presidente Uncem Lazio Achille Bellucci, l’Assessore agli Enti Locali della Regione Lazio Valentina Corrado e il Vice Presidente della Regione Lazio Daniele Leodori, oltre ai sopra menzionati Sindaci della Valle.

“Digitalizzazione, coesione sociale, sanità: questi sono solo alcuni dei molti ambiti di sviluppo previsti dal PNRR, un’occasione che sapremo sfruttare al meglio solo se saremo preparati. Ed è proprio su uno di questi concetti, quello di coesione, che Luciano Romanzi da tempo poneva l’accento: insieme dobbiamo diventare consapevoli delle necessità della Valle e uniti dobbiamo lavorare per sviluppare soluzioni adeguate, operando in piena sinergia” ha dichiarato il Commissario della X CMA Gina Panci. Nel corso dell’evento il Commissario ha poi proposto l’organizzazione di commissioni di lavoro in seno alla stessa CMA per approfondire l’aspetto progettuale delle iniziative.

LEGGI ANCHE  Il roseto di Tivoli Forma sarà dedicato alla Rettighieri

“Le comunità montane rappresentano una realtà imprescindibile per lo sviluppo della nostra Regione, grazie anche alle opportunità offerte dal PNRR e dai nuovi fondi strutturali europei – ha ribadito sui social il Vice Presidente Leodori – è da sempre un mio preciso impegno quello di sensibilizzare e affiancare le amministrazioni locali sugli strumenti utili per progettare politiche condivise che sappiano guardare al futuro dei territori”

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *