ripresacovid

La ripresa? Più forte del Covid (forse)

Per l’agenzia di rating S&P, il Covid non riuscirà a frenare la ripresa: il Pil dell’Italia crescerà ancora

Secondo le valutazioni dell’agenzia di trading Standard & Poor’s (S&P), per quanto il Covid possa espandersi, non manderà in tilt la ripresa economica a livello globale, che ci sarà. Perché il coronavirus, stimano gli analisti dell’agenzia, è molto probabile diventi endemico, cioè tutto sommato molto meno pericoloso di come si è palesato in questi due ultimi anni. A meno che, naturalmente, non sviluppi nuove forme aggressive (ma la speranza tiene in alto i cuori e le stime degli esperti).

Quindi, il Pil nel nostro paese, ad esempio, dopo il +6,4% del 2021 evidenziato dall’agenzia, continuerà a crescere, pur con rallentamenti fisiologici (e sempre però forte grazie alle risorse del Pnrr, piano nazionale di ripresa e resilienza). La stima è pari al 4,7% quest’anno, all’1,8% nel 2023 e all’1% nel 2024. Incertezze potranno arrivare dal proseguimento del caro energia che, prevede Confindustria, peserà sui conti delle aziende di circa 35 miliardi.

LEGGI ANCHE  Emergenza prezzi: tutto aumenta, anche il caffè al bar

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *