Scuola e Covid, da oggi nuove regole (rompicapo)

Tutte le ipotesi in campo tra Dad, tamponi, vaccini e presenze

Scuola e covid. Da oggi, lunedì 7 febbraio, entrano in vigore le nuove disposizioni fissate dal decreto approvato dal Consiglio dei ministri martedì scorso. Variano in base alle vaccinazioni, agli istituti frequentati dagli alunni e i casi di positività registrati in classe.
NIDO E SCUOLA DELL’INFANZIA
All’asilo nido e nella scuola dell’infanzia si continua a frequentare in presenza fino a 4 casi positivi al Covid. Non sono necessari provvedimenti se i bambini sono asintomatici. In caso di sintomi, è necessario sottoporsi ad un tampone (molecolare, antigenico, fai da te) e il rientro in classe potrà avvenire dopo un test negativo e senza un certificato medico. Se i positivi in classe sono 5, stop alla frequenza e rientro subordinato ad un tampone negativo: sono esentati bambini vaccinati o guariti da meno di 4 mesi.
SCUOLA PRIMARIA
Nella scuola elementare, didattica in presenza fino a 4 casi positivi in classe. Si va però – ricostruisce l’AdnKronos -in aula indossando la mascherina Ffp2 per un periodo di 10 giorni a partire dall’ultimo contatto con il positivo. Gli studenti positivi al virus potranno rientrare dopo l’esito negativo di un tampone (molecolare, rapido, fai da te), a cui gli altri ragazzi dovranno sottoporsi solo in caso di presenza di sintomi.
Il quadro cambia e si divide in due se i casi positivi sono almeno 5. I soggetti non vaccinati – così come quelli che sono stati vaccinati o sono guariti da oltre 120 giorni – non possono frequentare in presenza e devono ricorrere alla Ddi (didattica digitale integrata) da casa. Gli studenti vaccinati o guariti da meno di 4 mesi, invece, possono recarsi in classe indossando la mascherina Ffp2 per un periodo di 10 giorni. Il rientro in classe di positivi, non vaccinati o vaccinati e guariti da oltre 4 mesi può avvenire dopo un tampone negativo.
SCUOLA MEDIA E SUPERIORE
Se c’è un solo caso positivo in classe, per tutti gli altri studenti l’attività didattica prosegue in presenza: in aula bisogna indossare la mascherina Ffp2 per un periodo di 10 giorni. Il soggetto positivo può rientrare dopo un tampone negativo, senza dover presentare un certificato medico.
Se i casi positivi sono 2 o più di 2, interviene la distinzione. Gli studenti non vaccinati – così come quelli che sono stati vaccinati o sono guariti dal covid da oltre 120 giorni dovranno ricorrere alla Dad. Chi è vaccinato o guarito da meno di 120 giorni, invece, potrà seguire le lezioni in presenza indossando la mascherina Ffp2.
I positivi e i non vaccinati/ vaccinati o guariti da più di 120 giorni, devono sempre portare un test che accerti la negatività. Gli altri dovranno essere sottoposti alla verifica del green pass con l’app di verifica C-19 per i 5 giorni successivi alla conoscenza dell’ultimo caso.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  TIVOLI - Lucia Di Rienzo, premiata la Campionessa mondiale di Spartan Race

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.