“I leader europei a Kiev come scudi umani”

La proposta shock del giornalista Michele Serra

Duemila civili morti e i russi che intensificano i bombardamenti sulle città. In Ucraina cade sotto le bombe Kherson, l’artiglieria pesante e i razzi continuano a martellare Kiev e Kharkiv. Ma gli ucraini resistono e si organizzano, non solo con l’esercito e la milizia di difesa. Ai loro immigrati sparsi per l’Europa chiedono scatolame e caschi per mandare i figli a combattere per la libertà, per respingere l’invasione. Caschi per motociclisti da usare come elmetti.

In molte città gruppi di cittadini disarmati si oppongono ai tank con i loro corpi. Una resistenza non scontata, che sta scompaginando le previsioni.

Michele Serra, intanto dalle pagine di Repubblica lancia una proposta: i leader dei paesi dell’Ue dovrebbero andare tutti a Kiev per frapporsi come scudi umani a difesa della popolazione civile. Sarebbe, però, forse subito Terza guerra mondiale. Che ne pensate voi lettori di Tiburno?

Ucraina, Putin: “Massima allerta nucleare”

LA RISOLUZIONE DELL’ONU

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Guerra dell’acqua, "Bambù" contro le Terme: “Vi spiego la truffa”

Nel frattempo l’assemblea generale dell’Onu ha adottato una risoluzione di condanna dell’aggressione di zar Putin; la Cina, non ha votato contro, ma si è astenuta. Sul piano diplomatico, invece, oggi secondo round di negoziati diretti fra la delegazione russa e quella ucraina.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.