Ucciso a 18 anni sul marciapiedi da una automobilista ubriaca

Sull'auto che ha investito e ucciso all'Eur Luca Valdiserri un 21enne di Fara Sabina rimasto contuso

Incidente stradale mortale nella notte tra mercoledì 19 e giovedì 20 a Roma. Una donna di 23 annni, risultata positiva all’alcol test (nel sangue aveva una tasso alcolico di 1,57 g/l) e non negativa alla droga (bisognerà attendere i risultati definitivi), ha investito e ucciso un pedone di 18 anni, Francesco Valdiserri, su via Cristoforo Colombo, all’angolo con via Giustiniano Imperatore.

Il giovane che era il figlio dei giornalisti del Corriere della sera, Luca Valdiserri e Paola Di Caro, camminava sul marciapiede insieme a un amico, a 700 metri da casa.

L’automobilista è stata arrestata e si trova ai domiciliari. Al momento dell’incidente c’era con lei un amico, un 21enne di Fara Sabina, rimasto contuso. L’auto è salita su un marciapiedi, ha abbattuto un palo e un alberello e rubato la vita al 18enne.

LEGGI ANCHE  Crolla il controsoffitto, evacuata la Corte d'Appello

La mamma

È stata proprio la madre della vittima a dare la notizia in un tweet: “Il mio 18enne meraviglioso non c’è più – ha scritto -. Il mio bambino che aveva a cominciato a correre nella vita. Un’auto nella notte lo ha investito e non tornerà. Nulla più tornerà. Nulla ha più senso. Nulla“.

Poi un altro messaggio: “Gli eroi sono tutti giovani e belli. Lui era semplicemente un ragazzo felice. E io non lo sarò mai più”.

Il messaggio di Totti

Ai genitori e alla sorella minore di Francesco Valdiserri sono giunti migliaia di messaggi. Anche uno da Francesco Totti:Sento solo di stringerli a me con tanto affetto, un dolore cosi grande non si può immaginare. Paola, Luca, Daria e famiglia vi sono vicino con il cuore. Francesco, sarai per me sempre un angelo“.

LEGGI ANCHE  Protesta dei Trattori, stasera il corteo sul Gra

La vittima si era diplomato al liceo Socrate. “Il liceo si stringe con affetto ai genitori di Francesco, costretto a lasciarci tutti con intollerabile repentinità. La nostra scuola continuerà sempre ad essere anche la ‘sua’ scuola“, ha scritto il Il preside, Carlo Firmani.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.