A Rocca Canterano torna la Festa del Cornuto

Sabato 12 e domenica 13 novembre assieme alle celebrazioni per il cornuto la Sagra della Rola

All’indomani dell’11 novembre, giorno di San Martino, considerato il santo protettore dei mariti traditi, a Rocca Canterano, torna la Festa del Cornuto. Una festa tradizionale tipica e burlesca che quest’anno ricade sabato 12 e domenica 13 novembre e si celebra assieme alla Sagra della Rola, la castagna.

A dare l’accoglienza ai visitatori in piazza lo slogan “Alla Rocca benvenuti voi grandissimi cornuti”, il via a una festa goliardica e scherzosa per ricordare che ritrovarsi con le corna potrebbe capitare a chiunque.

Da qui l’apparizione del corteo dei “cornuti” che per i vicoli del paese calcano sulla testa corna di ogni genere e fattezza.

Issato a spalla su una speciale lettiga arriva il “re dei cornuti” festeggiato e canzonato, mentre un poeta su un asino proclama canzonette a tema, in dialetto e non.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA – Tangenti in Comune, nove condanne e un’assoluzione

A sdrammatizzare il tema cocente corna un menu a tema a base dell’ottima cucina locale. Si parte dai cecamariti (pasta tradizionale fatta a mano) serviti col sugo o con castagne e funghi e salsiccia, i fagioli con le cotiche e il panino con la salsiccia o la cicoria. Per completare il vino novello e le caldarroste, le role.

Il sabato stand aperti a pranzo e a cena, partenza corteo ore 18,30. Domenica stand aperti a pranzo, partenza corteo ore 16,30. A corredare la festa stand e musica popolare.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.