GUIDONIA – Tmb, i grillini alla carica: “Impediremo l’apertura dell’impianto rifiuti”

Dopo il sit-in di stamane, Michel Barbet e i suoi attaccano la maggioranza del sindaco Mauro Lombardo: "Assenti alla manifestazione, non difendono il territorio"

Dal Movimento 5 Stelle di Guidonia Montecelio riceviamo e pubblichiamo:

“Dalle otto di questa mattina la manifestazione organizzata dal M5S di Guidonia Montecelio per protestare contro la paventata apertura dell’impianto TMB dell’Inviolata è stata un’occasione di confronto anche duro tra le varie anime cittadine che si oppongono nel far diventare la nostra città lo sversatoio dei rifiuti romani”.

“Non vogliamo prenderci alcun merito che non abbiamo- proseguono i pentastellati – ma dopo mesi e mesi di soli ed inutili comunicati stampa da parte dell’amministrazione comunale, crediamo non sia affatto casuale che un atto concreto come quello di convocare una manifestazione pubblica su via dell’Inviolata abbia avuto un ruolo nella decisione di rimandare il collaudo dell’impianto”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Lavori in corso, casello chiuso per due notti

“E’ anche questo il senso che il M5S ha cercato di spiegare, probabilmente invano, al Sindaco Lombardo – proseguono dal Movimento 5 Stelle – per contrastare veramente questa condanna è necessario che la pressione politica e mediatica non cessi mai, e si continui ad esprimere il dissenso della Città attraverso atti pubblici e manifestazioni che facciano capire quanto la scelta dell’Inviolata sia sbagliata”.

“Ci saremmo aspettati che l’eterogenea maggioranza di Lombardo si fosse presentata in forze stamane a difendere il territorio, ma l’unico a farsi vedere ed a confrontarsi con i cittadini è stato solo il Sindaco dopo circa due ore dall’inizio della manifestazione.

Nessun Assessore, qualche spaurito consigliere defilato e per pochi minuti.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO - Stretta sugli autolavaggi, tre titolari multati e un impianto sequestrato

Non è così che si combatte veramente il TMB, il M5S è sempre più determinato a non arrendersi e ad opporsi fino in fondo all’attacco ambientale al nostro territorio”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.