GUIDONIA – Lotta al vandalismo, il parco “La Maddalena” assegnato in convenzione gratuita ai cittadini

Il giardino di Setteville Nord sarà gestito dalle associazioni "Futuro Insieme" e "Il Picchio propositivo"

Il parco “La Maddalena”, a Marco Simone-Setteville Nord, è stato assegnato, in convenzione temporanea gratuita, all’Associazione di promozione sociale “Futuro Insieme”.

L’Associazione ha chiesto all’Amministrazione di gestire e manutenere l’area, abbandonata da anni e fortemente degradata.

“Abbiamo accettato la proposta dell’Aps “Futuro Insieme” – commenta il sindaco di Guidonia Montecelio Mauro Lombardoperché ci consente di restituire alla Città uno spazio attualmente in stato di abbandono. Nei quartieri di Marco Simone–Setteville Nord c’è carenza di aree di aggregazione e il parco “La Maddalena” deve essere un punto di riferimento per grandi e piccoli”.

L’Aps “Futuro Insieme” in rete con l’associazione “Il Picchio proposito odv”, in qualità di capofila, ha presentato, nei mesi scorsi, un progetto di riqualificazione del parco nell’ambito del bando regionale “Comunità solidali 2022”, di cui si attendono i risultati.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Interrano rifiuti nel terreno della Asl, denunciati 3 moldavi

“Se le due associazioni riuscissero ad ottenere il finanziamento – aggiunge l’assessora all’Ambiente e Vicesindaca, Paola De Dominicissarebbe una bellissima notizia e una grande opportunità perché consentirebbe di valorizzare quell’area. Già con questa assegnazione, comunque, la Città potrà tornare a usufruire di un bellissimo spazio pubblico. Come Amministrazione, ci piacerebbe che il loro esempio venisse seguito da altre realtà guidoniane. La collaborazione tra Comune e cittadini è necessaria per fare crescere la nostra Città”.

“Il nostro impegno – conclude il presidente dell’Aps “Futuro Insieme” Mario Martinoè quello di ripristinare le strutture che sono state vandalizzate e rendere fruibile, in sicurezza, il parco “La Maddalena” a tutti i cittadini della nostra frazione e non solo.

L’auspicio è che in un breve lasso tempo possa diventare un luogo di incontro per i bambini e i giovani, stimolando il senso di appartenenza alla nostra comunità”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.