GUIDONIA – Tari aumentata del 16%, la Lega: “Una mazzata alle famiglie”

L'opposizione contro le nuove tariffe. Il consigliere Messa immortala la maggioranza mentre approva l'aumento

“Questo il momento esatto in cui la maggioranza ha votato per dare la mazzata alle famiglie, ai commercianti e alle attività tutte della Città di Guidonia Montecelio”.

Con un selfie il consigliere comunale della Lega Alessandro Messa attacca la maggioranza guidata dal sindaco Mauro Lombardo che nella seduta straordinaria di ieri, martedì 30 maggio, ha approvato le tariffe della Tassa Rifiuti (Tari) per l’anno 2023, sia per le utenze domestiche sia per quelle non domestiche, in conformità al Piano Economico Finanziario (PEF) 2022-2025 deliberato nel 2022.

L’aumento medio per le utenze domestiche sarà del 16% (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Movida Sicura, denunciati tre automobilisti ubriachi

Sono previste quattro scadenze di pagamento, tra cui la possibilità di pagare in un’unica rata, il 30 settembre 2023, o in più rate: prima rata 30 settembre 2023, seconda rata 29 dicembre 2023, terza rata 31 marzo 2024.

“L’aumento della TARI è stato approvato – è il commento del consigliere della Lega Alessandro Messa – coi soli 3 voti contrari dell’opposizione”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.