ospedale Tivoli

TIVOLI – Incendio, tre le vittime. Il sindaco: “La città è scossa”

L'ospedale resta chiuso. La nota da Palazzo San Bernardino

All’alba il conteggio definitivo delle vittime: sono  tre i pazienti, tutti e tre anziani, morti nello scoppio dell’incendio che la notte scorsa ha devastato un’ala dell’ospedale di Tivoli.  

Dati confermati anche da una lunga nota del sindaco Giuseppe Proietti che Tiburno.tv riporta integralmente:

“Sono tre le vittime dell’incendio che questa notte è divampato nell’ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli. Oltre alle tre vittime dell’incendio, i vigili del fuoco hanno recuperato il corpo di una quarta persona, già deceduta mezz’ora prima dell’incendio.

Sono stato in campo con il COC, Centro Operativo Comunale, per tutta la durata dell’emergenza.

Fin dallo scoppio dell’incendio numerose squadre dei Vigili del Fuoco, moltissime squadre della Protezione civile di Tivoli, tutte le forze dell’ordine (Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Locale di Tivoli), oltre a tutto il personale sanitario interno all’ospedale, si sono adoperati instancabilmente per gestire la difficile situazione, in particolare per evacuare i pazienti nel minor tempo possibile e in sicurezza e, nel caso della Protezione civile di Tivoli, per allestire la vicina palestra comunale Maramotti con coperte, letti e cuscini.

Qui i pazienti evacuati sono stati trasferiti gradualmente, in attesa di essere poi trasportati dalle ambulanze presso altri centri ospedalieri. Le fiamme sono state domate nella notte.

Con sommo dispiacere devo però comunicare il bilancio di tre morti. Il mio pensiero va alle vittime e alle loro famiglie, ai pazienti evacuati e ai loro cari che hanno dovuto vivere l’angoscia di questa notte.

Ringrazio sentitamente tutti coloro i quali in queste ore hanno affrontato l’eccezionale emergenza e i tanti professionisti sanitari che, pur a casa o non in servizio, sono accorsi prontamente per fornire il proprio prezioso aiuto e contributo, soprattutto presso la Palestra Maramotti.

L’Ospedale è attualmente chiuso, così come il Pronto Soccorso della struttura ospedaliera.

Nel frattempo, la ASL si è occupata di avvertire i parenti dei pazienti evacuati, informandoli sulla nuova struttura ospedaliera che li ha presi in carico.

Informo che il traffico nella zona dell’ospedale, chiusa nella notte, è tornato regolare.

L’accaduto ha scosso la nostra comunità e sarà nostra premura fornire ogni ulteriore aggiornamento. Intanto sono in corso le indagini della Polizia scientifica che faranno luce sulla dinamica dei fatti”.

I vigili del fuoco in ospedale
Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Il ritorno di "Fleximan", divelto l'autovelox sulla "48"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.