TIVOLI – Ospedale in fiamme, almeno tre morti e pazienti ancora in trappola

Ancora in corso le operazioni di spegnimento e di evacuazione. Attivato il Centro operativo comunale

Si contano le vittime, almeno due (col dato drammaticamente in crescita), i feriti gravi e gli intossicati. Sono ancora in corso a Tivoli  (alle due di notte) le operazioni dei vigili del fuoco per spegnere il vasto rogo che ha interessato più piani dell’ospedale, mentre alcuni pazienti restano intrappolati in aree non ancora raggiunte dai soccorritori.

Tanti familiari dei ricoverati, nel panico, sono accorsi nel nosocomio per cercare di capire dove fossero o dove fossero stati dirottati i loro cari.

In nottata è arrivata una nota del sindaco, Giuseppe Proietti: “Questa sera, intorno alle 22.30, un incendio è divampato nell’ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli. Sul posto, diverse squadre dei Vigili del Fuoco e molte squadre della Protezione Civile di Tivoli.

Il Comune ha prontamente attivato il Centro Operativo Comunale per supportare le operazioni di evacuazione dei pazienti.

Sono stati trasferiti in altri ospedali i pazienti ricoverati in rianimazione.

Attualmente sono in corso le operazioni di trasferimento dei pazienti presso l’adiacente palestra comunale Maramotti, riscaldata.

Le squadre di Protezione civile comunale hanno fornito coperte per i pazienti evacuati e stanno provvedendo a trasportare nella palestra le brandine necessarie.

Si comunica che, a seguito dell’incendio, il Pronto Soccorso è chiuso quindi chiunque avesse necessità è pregato di rivolgersi presso vicini centri ospedalieri”.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Contatori scaricati in strada, individuato il furgone dello "zozzone"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.