GUIDONIA – Vìola il divieto di avvicinamento e picchia gli agenti, moldavo arrestato

Nonostante il divieto, il 41enne è andato all'asilo a prendere la figlia: recluso in carcere

Gli Agenti della Polizia di Stato commissariato Tivoli-Guidonia, insieme ai colleghi del commissariato San Basilio, hanno arrestato un Cittadino moldavo di 41 anni poiché ha violato le prescrizioni del divieto d’avvicinamento  all’ex coniuge e alla figlia e gravemente indiziato dei reati di  resistenza e violenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato ai beni dello Stato.

Il fatto è avvenuto lo scorso giovedì primo febbraio a Colleverde, quartiere del Comune di Guidonia Montecelio.

Secondo un comunicato stampa diffuso oggi, lunedì 5 febbraio, dalla Questura di Roma, l’uomo si è recato presso l’asilo frequentato dalla figlia, pretendendo di portare con sé la bambina, nonostante il divieto impostogli il giorno prima dalla Procura della Repubblica di Tivoli.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Diocesi in lutto, don Fabrizio Teglia si è spento a 57 anni

La maestra, nonostante l’uomo fosse in forte stato di agitazione, è riuscita a farlo desistere, facendolo uscire.

A quel punto il 41enne ha contattato telefonicamente l’ex moglie nonostante il divieto intimandole di raggiungere l’asilo. La donna, impaurita, ha chiamato il 1 1 2 Numero Unico per le Emergenze e sul posto sono giunti I poliziotti del commissariato Tivoli –Guidonia e del commissariato San Basilio.

Gli agenti hanno cercato di bloccarlo, ma sono stati aggrediti con calci e spintoni, e l’uomo ha anche danneggiato una delle macchine di servizio.

Alla fine degli accertamenti l’uomo è stato arrestato.

Venerdì 2 febbraio l’arresto è stato convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Tivoli e per l’uomo si sono aperte le porte del carcere.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.