TIVOLI - Assegno di Inclusione, 5 percettori al lavoro in Procura

Progetto sperimentale gestito in collaborazione con l’Associazione Nazionale Carabinieri

Il Comune di Tivoli è il primo Ente ad attuare i PUC, i Progetti Utili alla Collettività rivolti ai beneficiari dell’Assegno di Inclusione, la misura di sostegno economico per gli utenti in condizioni di fragilità entrata in vigore dal primo gennaio 2024 al posto del Reddito di Cittadinanza.

La Procura di Tivoli ospiterà 5 beneficiari del Reddito di Inclusione per lo svolgimento del PUC

Venerdì 16 febbraio con la determina numero 532 –CLICCA E LEGGI LA DETERMINA– la dirigente ai Servizi Sociali Maria Teresa Desideri ha infatti approvato l’Accordo di Collaborazione tra il Comune di Tivoli, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tivoli e l’Associazione Nazionale Carabinieri Sezione Tenente Colonnello Antonio Varisco di Tivoli.

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA - “Lavori in corso, auto costrette a viaggiare contromano”

Con l’atto viene inoltre approvato il progetto PUC “Con noi in Procura – accogliere ed informare” con durata fino al 28 febbraio 2026.

Si tratta di un progetto sperimentale proposto dalla Procura per l’accoglienza di 5 destinatari dei benefici ADI Assegno d’Inclusione e/o i beneficiari SFL Supporto Formazione e Lavoro, finalizzato all’implementazione delle attività di ausilio e supporto degli uffici giudiziari nella riorganizzazione dei flussi documentali e nelle attività di accoglienza e informazione all’utenza.

Vale la pena ricordare che lo stesso progetto era stato già svolto negli anni scorsi coi percettori del Reddito di Cittadinanza e – secondo la determina numero 532 – era stato di grande utilità sia per gli uffici della Procura che per gli stessi partecipanti al PUC in quanto erano state condotte attività ausiliarie e di supporto ai processi organizzativi attraverso la movimentazione di fascicoli, oggetti e documenti e materiale librario, attraverso attività di ritiro e consegna della documentazione, nonché la fotocopiatura e fascicolazione di copie e attività ausiliarie e di supporto a processi gestionali attraverso la regolamentazione dell’accesso al pubblico ed orientamento dello stesso negli uffici della Procura.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Case popolari, modificata la graduatoria “rompicapo”

Lo scorso 6 febbraio il Procuratore della Repubblica Francesco Menditto ha rinnovato la disponibilità della Procura a collaborare attivamente con il Comune di Tivoli per la realizzazione dei PUC condividendo pienamente l’importanza delle attività poste in essere dall’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Proietti nel contrasto alla povertà.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.