GUIDONIA – Autovelox, mossa anti Fleximan: il Pd propone di installarlo altrove

Dopo il terzo attentato interviene Emanuele Di Silvio: "Condanno i vandalismi, ma la volontà popolare va rispettata"

L’autovelox di via Casal Bianco tiene ancora banco a Guidonia Montecelio.

Dopo il terzo attentato denunciato in esclusiva ieri, domenica 25 febbraio, dal quotidiano on line della Città del Nordest Tiburno.Tv, oggi l’impianto di rilevamento della velocità sulla “48” è stato oggetto di dibattito durante la Commissione commercio e Polizia Locale tenutasi Palazzo Matteotti.

Emanuele Di Silvio, capogruppo del Pd a Guidonia Montecelio

“Ho chiesto di trattare urgentemente la questione relativa all’autovelox di Colle Fiorito e di ragionare su un’altra collocazione dello stesso – spiega in una nota il consigliere comunale e capogruppo del Partito Democratico Emanuele Di SilvioNaturalmente condanno gli atti vandalici e contro il patrimonio dell’Ente, ma quell’autovelox così posizionato, come segnalato anche da numerosi cittadini, è un errore.
Non si può non tenere conto della volontà popolare.
Va valutata una soluzione alternativa, da individuare tra le strade più pericolose all’interno del centro abitato o su una strada provinciale ad alto scorrimento dove il limite non è di 50 chilometri orari.
I cittadini vanno tutelati e non puniti”.

Ieri mattina, domenica 25 febbraio, gli agenti della Polizia Locale di Guidonia Montecelio hanno scoperto che nella notte era stata divelta la telecamera dell’impianto reinstallato soltanto venerdì 16 febbraio dopo il furto messo a segno all’alba di mercoledì 29 novembre 2023 e a seguito del danneggiamento in un precedente raid notturno compiuto mercoledì 8 novembre 2023 (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

LEGGI ANCHE  "Nonostante", mostra fotografica e convegno sul Parkinson

Per evitare nuovi danneggiamenti da parte di emuli del più famoso “Fleximan” attivo in Veneto, stavolta l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mauro Lombardo ha disposto l’installazione di una telecamera di videosorveglianza inaccessibile per monitorare la sicurezza dell’impianto (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

Per questo il raid di ieri notte potrebbe essere stato ripreso dal sistema di sicurezza e il “Fleximan” del Nordest romano potrebbe avere le ore contate.

Sul caso gli agenti della Polizia Locale di Guidonia Montecelio mantengono il più rigoroso riserbo.

Ieri mattina la telecamera è stata immediatamente ripristinata.

Vale la pena ricordare che l’autovelox era stato installato ad agosto 2023 sulla strada Provinciale 28 Bis, meglio nota come “48”, nel tratto di competenza comunale compreso tra l’intersezione con via Tor Mastorta e il ponte di Viale Roma, ma era entrato in funzione soltanto dal primo novembre 2023.

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA - Parco con bar e ludoteca, il Comune cerca un gestore

Nelle prime tre settimane era finito per due volte nel mirino degli intolleranti.

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.