TIVOLI – Vìola i domiciliari, i vicini denunciano: arrestato dalla Polizia

Il 50enne sconterà a Rebibbia 4 anni per tentata estorsione e rapina commessi a Guidonia

Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Tivoli – Guidonia hanno tratto in arresto, in esecuzione di un ordine di esecuzione per la carcerazione, un 50enne italiano residente a Tivoli. L’uomo, già sorvegliato speciale, annovera numerosi precedenti per rapina, furto, estorsione, evasione, stupefacenti e danneggiamento.

Secondo un comunicato stampa diffuso oggi, mercoledì 28 febbraio, dalla Questura di Roma, all’atto dell’arresto l’uomo si trovava in stato di detenzione agli arresti domiciliari, con applicazione del dispositivo di controllo del braccialetto elettronico, a seguito di condanna -divenuta definitiva con giudizio della Suprema Corte di Cassazione alla pena di anni 4 di reclusione con interdizione dai pubblici uffici per i reati di tentata estorsione e rapina, commessi a Guidonia Montecelio nel mese di agosto del 2021.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Restyling del percorso pedonale, via Pisoni chiusa per due giorni

Nel corso dei ripetuti controlli domiciliari presso l’abitazione del 50enne effettuati nelle ultime settimane dai poliziotti del commissariato tiburtino, anche a seguito delle numerose richieste di aiuto giunte all’ 1 1 2 Numero Unico per le Emergenze, da parte di terze persone, sono state accertate le ripetute violazioni poste in essere dall’uomo, giudicate dal magistrato di Sorveglianza come incompatibili con l’attuale regime degli arresti domiciliari.

Terminate le attività di rito l’uomo è stato tradotto presso il carcere romano di Rebibbia

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.