MONTEROTONDO - “Una storia lunga mille, forse tremila anni”: il libro di Claudio Forliti

Il 70enne ingegnere in pensione presenta il volume sulle origini della città eretina

Si intitola “Una storia lunga mille, forse tremila anni”, è un volume che descrive i principali eventi della storia e dell’arte di Monterotondo.

Claudio Forliti, 70enne scrittore di Monterotondo

A firmarlo è un eretino doc, Claudio Forliti, pensionato 70enne, una laurea in Ingegneria Elettronica e un lavoro nell’Information Technology di alcune grandi banche, al suo quarto libro.

Claudio Forliti firma le copie vendute durante la presentazione del libro lo scorso 15 gennaio

Il prossimo giovedì 11 aprile, alle ore 17, Forliti presenta “Una storia lunga mille, forse tremila anni” nella sala consiliare del Comune di Monterotondo, promettendo un’esperienza tanto informativa quanto emozionante, come avvenuto il 15 gennaio scorso quando l’opera è stata presentata nella chiesa del Duomo.

Il libro descrive, in ordine cronologico, i principali eventi della storia e dell’arte di Monterotondo. Si inizia dai tempi più remoti, con Eretum, fondata circa tremila anni fa, citata tra le città sabine alleate contro Enea e nei frequenti conflitti contro Roma (sotto i re Tullo Ostilio, Tarquinio Prisco e Tarquinio il Superbo); sono riportate le diverse ipotesi sulla sua collocazione ed è riportata anche una originale “ipotesi suggestiva”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Nuoto per disabili, fondi regionali per l’acquisto dei sollevatori

Si prosegue poi con Grotta Marozza (epoca romana e medioevale, fino alla sua scomparsa, verso la fine del XIV° secolo), e con altre città dell’antico Lazio vicine ad Eretum.

Sono riportate alcune informazioni anche sulle chiese più antiche, ormai scomparse: San Restituto (con le relative catacombe) e Santa Reparata.

Si arriva quindi alle origini dell’attuale Monterotondo, avvenuta circa mille anni fa intorno al “monte delle ginestre”, si prosegue con le diverse dominazioni da parte di alcune tra le più importanti famiglie del passato: i Capocci, gli Orsini, i Barberini, i Del Grillo ed i Boncompagni.

Infine la battaglia di Monterotondo (e il famoso “catenaccio”), poco prima dell’unità d’Italia, le guerre mondiali, per arrivare poi ai nostri giorni.

Alla fine della lettura, scopriremo che sono passati da Monterotondo diversi personaggi della storia, da ben quattro papi (Urbano VIII nel 1641, Gregorio XVI nel 1845, Pio IX nel 1853, Giovanni Paolo II nel 1993), a Garibaldi (1849 e 1867), da Mussolini (1930) allo Stato Maggiore dell’Esercito durante la seconda guerra mondiale (1943).

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA - Spaccio di cocaina, preso il corriere e due pusher

Scopriremo anche che sono nati in questa cittadina numerosi personaggi dell’arte, dello sport, della politica.

Claudio Forliti racconta che, una volta in pensione, l’amore per la famiglia lo ha portato a scrivere nel 2020 una dettagliata autobiografia dal titolo “Una biografia limitata”.

Poi le ricerche generalogiche e l’amore per il Comune di origine dei genitori lo hanno portato a scrivere e pubblicare a marzo 2023 “Vallerano, le mie origini” e due mesi più tardi “Le ricerche genealogiche-qualche consiglio”.

Infine il volume che descrive i principali eventi della storia e dell’arte del Comune dove è nato e vive.

“Una storia lunga mille, forse tremila anni” è disponibile su Amazon (€ 22,88, digitare il nome dell’autore o il titolo) e presso le edicole della “passeggiata” e di “San Rocco”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.