“Roma Trema”, l’ultimo brano del “Diavolo Elettriko”

Simone Pezzotti, 29 anni, trapker noto per l’utopica “Nova Roma”, città di pace e libertà

E’ conosciuto come “Diavolo Elettriko” o più semplicemente “Elecktrike”. Ma a dispetto del nome d’arte parla di pace, libertà, fratellanza e uguaglianza.

Simone Pezzotti, 29 anni, “trapker” noto come “Diavolo Elettriko”

Si chiama Simone Pezzotti, ha 29 anni, ed è un cantante “trapker”, termine coniato personalmente per caratterizzare la fusione di Trap e Metal, balzato alle cronache due anni fa, quando fu vittima di un pestaggio a San Lorenzo, il quartiere romano in cui vive.

Il suo ultimo lavoro è “Roma Trema”CLICCA E GUARDA IL VIDEO - un brano in cui parla di una Roma futuristica “ricostruita finalmente con gli ideali di Pace, Uguaglianza e Libertà seguendo l’Excelsior”, una nuova religione inventata da “Elecktrike” che accomuna tutte le religioni del mondo in una sola con l’obiettivo di far cessare le guerre.

“Sono l’unico artista italiano che parla di questi ideali schierandomi controcorrente a quello di cui si parla oggi nelle canzoni, ovvero di violenza ed armi – racconta di sé – A Nova Roma le armi sono state distrutte per vivere la vera Vita. Sono diventato col tempo portavoce del diverso e portavoce di ideali di libertà, fratellanza e uguaglianza”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Partito Democratico, Daniele Bongi è il nuovo segretario cittadino

Nel 2020 Simone Elecktrike Pezzotti ha partecipato ad “Area Sanremo”

Nato a Civitavecchia il 2 novembre 1995, Simone Pezzotti racconta di essere stato adottato all’età di 4 anni di cui un anno vissuto in casa famiglia, cresciuto tra Roma e Palermo, dove ha conseguito la Maturità al Liceo Scientifico, e di aver fatto ritorno nella Capitale per laurearsi ma di aver interrotto gli studi al terzo anno di Giurisprudenza.

Come attore è stato ospite televisivo in vari programmi come “Forum”, nel quale si è esibito con “Trallalero trallallà”, un brano in collaborazione con Marco Sentieri, e in “Ciao Darwin” nella puntata dedicata alla sfida tra “Occulto” e “Scienziati”.

Ed è apparso in film come “La Seconda Chance” e “Deep Six”.

Dagli appassionati di Rap Rock, Metal Rap, Rap, Punk Rap, Space Reggae e Future Electronic, “Elecktrike” è anche conosciuto come Elek Style, Diavolo Elettriko, SATANA, X-Men Supr3me.

Agli occhi dei profani, invece, non passa sicuramente inosservato per il suo look appariscente e infernale. “Elecktrike” indossa una catena collegata tra naso e orecchio che ha ribattezzato “Neusketting” e alla quale dedica anche una traccia nel suo album “Smoke Sex”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Giuseppe Trepiccione, la città torna protagonista della pallacanestro regionale

Nel 2020 Elecktrike è arrivato alle finali di “Area Sanremo” per il 70esimo Festival della canzone italiana e alle finali di “Sanremo Rock”. Inoltre in “Qui non è la Rai” ha presentato “Antykhryst Devilstar”, mentre in “E viva il video box” ha cantato “L’ira di Dio”, e a “É sempre fiesta“ ha interpretato “Genio Del Male” e “L’ira di Dio”.

Molte delle sue canzoni sono ambientate a Roma, città bella e dannata, alla quale ha dedicato il manoscritto di “Nova Roma”, la nuova Roma futuristica, nella quale “i robot svolgono il lavoro degli uomini e non esistono i soldi ma solo una moneta, l’Excelsior, che serve per gli scambi esteri di risorse come il cibo – spiega Simone Pezzotti – Nova Roma, come dico nel libro, fu solo un grande inizio per un Mondo dominato dalla Pace cosicché “tutte le città vollero tenere il passo della nuova Roma perchè ne ammiravano i contenuti”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.