GUIDONIA - Ramo distrugge auto, il Comune condannato a risarcire 14 mila euro

Dopo 10 anni la “Esteticar Srl” ottiene il rimborso

Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito.

Sulla base di questo principio giurisprudenziale la Corte d’Appello di Roma ha condannato il Comune di Guidonia Montecelio a risarcire al proprietario di un’automobile 14.537 euro e un centesimo per i danni causati dalla caduta di un ramo.

E’ quanto emerge dalla determina numero 34 – CLICCA E LEGGI LA DETERMINA - firmata sabato 30 marzo dalla dirigente dell’Ufficio Sinistri Paola Piseddu.

La somma è stata riconosciuta alla “Esteticar Srl”, la nota carrozzeria di via del Barco a Tivoli Terme, risultata proprietaria della Nissan Juke danneggiata.

Dopo il rigetto della domanda risarcitoria da parte del Tribunale di Tivoli, la società aveva presentato ricorso alla Corte d’Appello e si è vista riconoscere il diritto al risarcimento.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Diocesi in lutto, don Fabrizio Teglia si è spento a 57 anni

Secondo la ricostruzione dei magistrati, il 26 dicembre 2013 alle ore 9, la Nissan fu danneggiata da un ramo distaccatosi da un albero ad alto fusto mentre era parcheggiata all’altezza del civico 100 di via Trento, a Villalba di Guidonia.

Sul posto intervenne una pattuglia della Polizia Municipale di Guidonia che constatò le cause del sinistro e lo stato dei luoghi.

In particolare, dalla documentazione fotografica sono risultati i seguenti danni: ammaccatura del tetto, ammaccatura del montante destro e leggere abrasioni della fiancata destra.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.