MENTANA – Sullo scooter con 10 chili di hashish, presi i pony express dello spaccio

I carabinieri arrestano un italiano e un romeno

Gironzolava per le vie di Mentana con un borsone da palestra, ma all’interno anziché l’attrezzatura sportiva c’era un carico di droga.

Così venerdì pomeriggio 19 aprile i Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato I. A. G., un 25enne di origine romena, e F. N., un 31enne italiano, entrambi con precedenti, per detenzione illecita di sostanza stupefacente.

La droga sequestrata dai carabinieri di Monterotondo durante il blitz a Casali di Mentana

Secondo un comunicato stampa dell’Arma diffuso nella giornata di oggi, mercoledì 24 aprile, i militari diretti dal Capitano Carmine Rossi e coordinati dal tenente Vincenzo Gagliardi erano impegnati nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, quando hanno notato degli strani movimenti.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Datore di lavoro violenta la dipendente, assolto: la querela è scritta male

L’attenzione degli investigatori si è concentrata in particolare sul 25enne romeno che, in sella di una moto, era in giro per le vie di Mentana con al seguito un borsone.

Giunto nella zona dei Casali di Mentana il giovane ha incontrato il 31enne italiano a cui ha consegnato un pacchetto, prelevato dal suo borsone.

A quel punto i Carabinieri, insospettiti, sono entrati in azione, constatando che all’interno del borsone del biker vi fossero oltre 9 chilogrammi di hashish, mentre un chilo era appena stato consegnato al 31enne romano.

I successivi approfondimenti presso le abitazioni dei due giovani, hanno consentito ai militari di rinvenire e sequestrare un altro mezzo chilo di hashish a casa del 31enne e materiale di confezionamento presso l’appartamento del 25enne.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - "Maggio dei Libri" dedicato a Igino Giordani

Per questo motivo, i due indagati sono stati arrestati dai Carabinieri e condotti presso il carcere di Roma Rebibbia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli, che ha convalidato l’arresto di entrambi.

Il risultato, frutto dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, è ulteriore testimonianza della particolare attenzione posta dai Carabinieri della Compagnia di Monterotondo nel contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.