TIVOLI – “Voglio parlare col magistrato”, al rifiuto picchia la guardia giurata: arrestato

L'uomo si presenta in Procura in stato di alterazione, vigilante all'ospedale

Si è presentato al Palazzo di Giustizia pretendendo di incontrare il magistrato, ma ha trovato l’ingresso sbarrato dalla vigilanza, per questo ha dato in escandescenza aggredendo una guardia giurata.

Così stamane, venerdì 24 maggio, un italiano 50enne è stato arrestato dai carabinieri all’interno della Procura di Tivoli.

Secondo le prime informazioni raccolte dal quotidiano on line della Città del Nordest Tiburno.Tv, il fatto è avvenuto verso le 10,30. Pare che l’uomo si sia presentato all’ingresso dello stabile di via Antonio Del Re in apparente stato di alterazione psico-fisica, esigendo di parlare con un magistrato.

Una richiesta evidentemente impossibile.

Ma davanti al rifiuto, l’uomo si è avventato sulla guardia giurata della “Puma Service” in servizio al portone d’ingresso aggredendola a pugni e calci.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO - Città più sicura, il Comune sistema i parapedonali sui marciapiedi

E’ stato necessario l’intervento di altre guardie giurate e delle forze dell’ordine per bloccare l’esagitato che i carabinieri hanno tratto in arresto.

Il vigilante è stato accompagnato al Punto di Primo Intervento dell’ospedale “San Giovanni Evangelista” per le cure del caso.

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.