Come evolve il rapporto imprese e Covid

L’Osservatorio della Camera di Commercio di Roma fa il punto su come viene affrontata l’evoluzione della pandemia, con l’88% delle aziende ancora lontano dai guadagni del 2019

Come gli imprenditori stanno affrontando la seconda ondata Covid? Ovviamente non bene ma nell’ultimo report dell’Osservatorio della Camera di Commercio di Roma si delinea un quadro più preciso, grazie a un panel di 500 imprese rappresentative delle attività economiche di Roma e provincia.

L’indagine si è svolta dal 26 al 29 ottobre 2020 e le aziende del campione hanno nel 67% dei casi la sede nel comune di Roma e per il 33% nel resto della provincia. L’84,6% delle imprese ha tra 0 e 9 dipendenti, il 12,6% ha tra 10 e 49 dipendenti e il 2,8% oltre 50 dipendenti.

Il primo dato importante è che il tessuto produttivo, già pesantemente colpito dalla pandemia, vede aumentata/in aumento la propria fragilità: infatti, almeno l’88% delle imprese non ha recuperato i livelli di attività dello scorso anno (con una contrazione del fatturato superiore al 20% nel 67% dei casi), l’11% ha avuto gli stessi risultati, appena l’1% ha registrato guadagni superiori. E come si argina questo nuovo momento super difficile? Solo il 19% delle imprese pensa che le attuali misure del Governo siano sufficienti per contenere il contagio. E se il 53% delle aziende ritiene che siano utili lockdown circoscritti alle zone di maggior contagio, il 17% pensa che gli attuali provvedimenti possano compromettere definitivamente la possibilità di proseguire la propria attività. Soltanto il 9% degli intervistati ammette poi che le misure di contenimento sociale approvate non avranno ripercussioni significative sulla propria impresa, mentre  il 17% le ritiene necessarie per proseguire l’attività in futuro.

LEGGI ANCHE  Comprare casa: aumenta il prezzo delle abitazioni

 

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *