GUIDONIA - Bilancio, l’opposizione prova a bloccare la seduta

In vista del Consiglio comunale di oggi pomeriggio 9 rappresentanti della minoranza diffidano l’amministrazione. Documento firmato pure da Paola De Dominicis, unica del Pd contro Barbet

Secondo loro, la norma parla chiaro: la seduta di seconda convocazione è legittimamente convocata solo laddove la seduta di prima convocazione sia andata deserta. Ma secondo i rappresentanti dell’opposizione in consiglio comunale a Guidonia Montecelio, in questo caso non sarebbero andate così.
Per questo oggi, venerdì 17 settembre in nove hanno diffidato il Presidente del Consiglio comunale Loredana Terzulli ad annullare la convocazione della seduta fissata per le ore 18,30 che prevede all’ordine del giorno l’approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio 2020.
Il documento, inviato anche al Prefetto di Roma e al Procuratore della Repubblica di Tivoli, è stato proposto dai consiglieri comunali del Nuovo Polo Civico Tommaso Carnevali, Alessandra Ferri e Luca Bufalieri e sottoscritto anche da Giovanna Ammaturo di Fdi, Arianna Cacioni della Lega, Claudio Zarro e Claudio Caruso del Gruppo Misto, Anna Checchi della lista “Attiva Guidonia” e da Paola De Dominicis del Partito democratico.
Gli altri democrat, Simone Guglielmo, Mario Lomuscio e Emanuele Di Silvio, non risultano aver firmato la diffida: una ulteriore conferma di un imminente ingresso nella giunta grillina da parte del Pd, come anticipato stamane dal sito Tiburno.Tv.
Perché i 9 firmatari chiedono l’annullamento in autotutela della convocazione del Consiglio di oggi in seconda convocazione?
Secondo l’opposizione, nella seduta di ieri in prima convocazione era stato trattato il punto ma poi per l’assenza del numero legale necessario per il proseguimento sciolta.
“Come è noto – si legge nella diffida – in detta fattispecie non è possibile riconvocare la seduta di seconda convocazione sul medesimo punto poiché la discussione è iniziata e l’assenza intervenuta di numero legale è una scelta dell’assise che ha anche valore politico oltre che di funzionamento”.
A tal proposito viene citato il Regolamento sul funzionamento del Consiglio comunale di Guidonia Montecelio che all’articolo in merito alle “Sedute di seconda convocazione” recita: “E’ seduta di seconda convocazione, per ogni oggetto iscritto all’ordine del giorno, quella che succede ad una precedente dichiarata deserta per mancanza di numero legale. Anche la seconda convocazione deve essere fissata con avvisi scritti nei termini e nei modi indicali 5 del presente regolamento.”
“Va da sé – sostiene l’opposizione – che la seduta di seconda convocazione è legittimamente convocata solo laddove la seduta di prima convocazione sia andata deserta. Così non è nel caso di specie!”.
Dagli uffici di Palazzo Matteotti i funzionari smentiscono i 9 consiglieri.
Nessuna smentita, invece, è pervenuta alla redazione rispetto all’articolo sulle indiscrezioni secondo le quali è imminente l’ingresso nella giunta pentastellata di Michel Barbet da parte di rappresentanti del Pd.
Secondo i rumors i due schieramenti avrebbero trovato una convergenza sull’assegnazione ai democrat dell’assessorato Ambiente e Rifiuti attualmente gestito da Antonio Correnti, mentre si discute ancora su una eventuale seconda delega tra Lavori Pubblici e Servizi Sociali.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Reddito di cittadinanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *