Addio smart working per gli statali

Rientro graduale da metà ottobre

Disconnessione

Il 15 ottobre, giorno in cui scatterà l’obbligo del Green pass sui posti di lavoro, segna anche la ripresa del lavoro in presenza per i dipendenti pubblici.

La gradualità di rientro è già stata individuata dal ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta: prima chi lavora agli sportelli, poi gli altri lavoratori impegnati in attività di back office.

La situazione tuttavia è destinata a mutare nei prossimi mesi. La trattativa per il rinnovo dei contratti nazionali dei dipendenti di ministeri, agenzie fiscali ed enti pubblici non economici riguarda anche il lavoro a distanza, tanto che si presenta come l’occasione per mettere a punto la disciplina degli accordi individuali in materia di smart working.

LEGGI ANCHE  Votano tutti, dalla Lega al Pd

Tra le novità è prevista l’introduzione di tre fasce a scandire la giornata lavorativa: operatività, contattabilità e inoperabilità. In quest’ultimo caso il dipendente ha il diritto di disconnettersi.

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *