Samorì a Villa d’Este

Nelle sale del cardinale la suggestione delle pietre con la mostra “Le Ossa della Madre”. Inaugurazione sabato 19 febbraio

Pietre scavate o malformate, dipinti su onice e marmi. A Villa d’Este domani, sabato 19 febbraio, si aprirà la mostra “Le Ossa della Madre” dell’artista Nicola Samorì (Forlì, 1977).
Un lapidario, quasi una pinacoteca orizzontale, si unirà idealmente per due mesi – fino al 19 aprile –  alle decorazioni che rivestono interamente le pareti di quattro sale di Villa d’Este, costituendone un’estensione minerale che assume le “deformità” della pietra per farne il generatore della narrazione pittorica. Si tratta di un’inedita e vasta presentazione di pietre con una alternanza continua di onici, marmi e brecce, dipinti oppure lasciati al grezzo, che custodiscono sulla loro superficie un campionario di geodi, di fessure e di passaggi repentini di tono.
I sassi sono “le ossa della madre”, scelti accuratamente in modo che possano suggerire, a una lettura attenta, rimandi con l’illustre spazio ospitante.
Grattare la superficie, scavare, dissotterrare – commenta Nicola Samorì – guardare indietro, lanciare i sassi/semi alle proprie spalle. Come se per ritrovare la forma, per rigenerare il corpo, si dovesse ripartire dal passato”.
Inedite realizzazioni di artisti giungono nei fecondi spazi delle VILLÆ – prosegue il direttore Andrea Bruciati – tra questi Nicola Samorì. Il suo lavoro si manifesta come una rivelazione, un’apparizione nel cuore della pietra. Proprio da questo spirito nasce la potente fascinazione di Villa d’Este, per chi ammirando la bellezza sublime, frutto dell’ingegno umano che modella la natura, apre la mente a insolite vie di comprensione, nella speranza ambiziosa di comprenderne il segreto e il misterioso messaggio”.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Prodotti tipici e Folklore, torna la “Sagra delle Pizzette Fritte di Memmagghiura”

NICOLA SAMORÌ, Le Ossa della Madre
Villa d’Este, Tivoli
19 febbraio – 19 aprile 2022
Ente organizzatore Istituto Villa Adriana e Villa d’Este –VILLÆ
con Galleria Monitor, nell’ambito del format Level 0, ArtVerona
a cura di Andrea Bruciati

Biglietto di ingresso
Villa d’Este con mostra, 13 euro
Villa d’Este con mostra + Santuario di Ercole Vincitore,15 euro
VILLAE PASS 3 giorni, 25 euro
VILLAE 365 abbonamento annuale individuale (50 euro), giovani 18 – 25 anni (10 euro), pubblico di prossimità (residenti tiburtini, 30 euro).

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.