TIVOLI – Furti a raffica nelle gioiellerie, arrestato il trio d’oro

In un anno due donne e un uomo hanno fatto razzia in nove boutique per un bottino di 100 mila euro.

Entravano nelle boutique fingendosi clienti, chiedevano di visionare i preziosi, uno distraeva i commessi e l’altra faceva razzia. Quindi si dileguavano.

E’ andata avanti così almeno per nove volte riuscendo ad accumulare un bottino di circa 100 mila euro, ma alla fine sono stati individuati e per i ladri si sono aperte le porte del carcere. Gli agenti del commissariato Borgo hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare detentiva, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Roma, nei confronti di un ragazzo di 30 anni e di 2 ragazze di 29 e 35 anni, dimoranti a Tivoli e Frascati.

Il trio è accusato di furto aggravato in concorso: la loro “specialità” i colpi nelle gioiellerie di interi rotoli di preziosi.

Le indagini erano iniziate nell’agosto del 2021, quando gli investigatori del commissariato Borgo erano intervenuti in una gioielleria dove poco prima erano stati rubati 10 mila euro di gioielli.

LEGGI ANCHE  MENTANA - Dosi di cocaina nascoste nel camino, pusher in manette

Nello specifico, un uomo ed una donna, fingendosi interessati ad acquistare un bracciale, approfittando di un attimo di distrazione – creato ad arte dagli stessi malviventi – avevano rubato un intero rotolo di gioielli. I poliziotti, seppur in possesso di pochi elementi, hanno sviluppato migliaia di dati informatici che, incrociati tra loro, hanno condotto le indagini non solo verso due degli indagati, ma anche ad una serie di reati rivelatisi simili.

Al termine degli accertamenti, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma, è emerso che un ragazzo di 30 anni e 2 ragazze di 29 e 35 anni, da maggio 2021 a marzo 2022, avevano messo a segno 9 furti, tutti con le stesse modalità; quello che cambia nei vari furti è la formazione: infatti, mentre l’uomo è presente in tutti i reati, le donne si intercambiavano e solo in un’occasione il colpo è stato messo a segno da tutti e tre insieme.

LEGGI ANCHE  Assegno di Inclusione, respinto quasi un quarto delle domande

Il valore totale dei 9 furti è di circa 100 mila euro; le gioiellerie risultano tutte diverse e distanti tra loro; solo in 4 casi i negozi appartengono allo stesso marchio.

Dopo una lunga serie di appostamenti ed accertamenti tecnici, gli investigatori di piazza Cavour hanno scoperto che i 3 dimoravano a Tivoli e Frascati. In seguito alle attività la Procura ha chiesto ed ottenuto dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Roma un’ordinanza cautelare nei confronti dei 3 indagati.

Sono stati gli stessi poliziotti ad eseguire l’ordinanza, ed al contempo a rinvenire e sequestrare alcuni abiti del tutto simili a quelli usati per compiere i furti.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.