TIVOLI – Muore in campagna, anziano ritrovato in stato di decomposizione

Dramma della solitudine in via dei Tigli: il corpo di un 84enne italiano rinvenuto dal padrone di casa con la pensione in tasca. Disposta l’autopsia

A ritrovarlo è stato il proprietario di casa, recatosi a fargli visita al rientro dalle vacanze. Il corpo senza vita e in avanzato stato di decomposizione era riverso lungo un viottolo sterrato a pochi metri dalla sua casa, il deambulatore accanto, la pensione appena ritirata in tasca, il giubbino sulla testa.

Un dramma della solitudine quello scoperto ieri, mercoledì 27 luglio, a Tivoli, dai carabinieri della locale stazione.

In via dei Tigli, una strada vicinale che costeggia il camposanto, i militari hanno rinvenuto il cadavere di un italiano di 84 anni senza parenti che da almeno dieci abitava in una casupola lungo la collina sovrastante il cimitero, un’abitazione nascosta tra gli alberi e invisibile dalla strada principale, alla quale si accede dopo un lungo sentiero sterrato in salita.

Su disposizione della Procura di Tivoli, la salma dell’anziano è stata trasferita all’Istituto di Medicina Legale dell’università “La Sapienza” di Roma per essere sottoposta ad esame autoptico. Si tratta di un atto dovuto, anche perché sul corpo del pensionato ad una prima ispezione esterna non sono stati rinvenuti evidenti segni di violenza.

LEGGI ANCHE  VICOVARO – Sorpresa a bordo strada: trovati 50 chili di droga abbandonati

Secondo le prime informazioni raccolte dal quotidiano on line Tiburno.Tv, la macabra scoperta è avvenuta ieri mattina verso le 10,30 ad opera del proprietario del terreno di campagna con annesso alloggio dove l’anziano abitava da solo.

L’uomo ai carabinieri ha riferito di aiutare spesso l’84enne nel disbrigo delle faccende accompagnandolo in auto al bisogno, per questo ieri – appena tornato dalle ferie – era andato a fargli visita per sincerarsi delle sue condizioni. Ma il corpo del pensionato in stato di decomposizione era all’interno della proprietà, riverso a faccia avanti sul sentiero in salita d’accesso alla casa.

I militari hanno annotato due elementi fondamentali per ricostruire le ultime ore di vita dell’anziano: una scarpa tolta vicino al corpo e il giubbino sulla testa. Elementi che fanno ipotizzare una tragica fine.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Elezioni, Palombi espugna anche la roccaforte di Vincenzi

L’84enne potrebbe essere inciampato lungo il sentiero sterrato che conduce alla sua abitazione. Ferito, l’anziano non sarebbe riuscito a sollevarsi tantomeno a far arrivare ai vicini le sue richieste di aiuto, essendo la sua casa nascosta tra la vegetazione e le poche abitazioni circostanti distanti centinaia di metri.

Il giubbino indossato al momento della tragedia e posizionato sulla testa fa supporre che la vittima abbia tentato con l’indumento di proteggersi dal sole cocente e dal caldo torrido di questa estate 2022, fino a morire di fame e di sete.

Stando ad una prima ipotesi dei carabinieri, il pensionato è deceduto almeno due settimane fa.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.