TIVOLI – Ospedale, 24 mila euro per demolire due pareti

La Asl continua senza sosta la manutenzione del vecchio “San Giovanni Evangelista” e di Palazzo Cianti

Una va abbattuta per spostare una porta, l’altra per modificare i locali. Tutto per 24 mila 34 euro iva compresa.

Continuano senza sosta gli interventi di manutenzione straordinaria edile all’ospedale “San Giovanni Evangelista” di Tivoli. Gli ultimi sono stati commissionari martedì 26 luglio dal Direttore Generale della Asl Roma 5 Giorgio Giulio Santonocito e riguardano sia il vecchio nosocomio tiburtino che Palazzo Cianti, l’antico fabbricato annesso all’ospedale già adibito a Centro Vaccinale anti-Covid.

Con la delibera numero 1330 –CLICCA E LEGGI LA DELIBERA ORIGINALE– il manager ha affidato gli interventi di ristrutturazione alla “Progeas Srls” di Roma. L’impresa, interpellata a trattativa diretta tramite il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, si è detta pronta a realizzare i lavori per la somma di 24.034 euro.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Covid, il Virus non fa sconti: altri 86 nuovi contagiati

Per gli amanti del dettaglio, le lavorazioni all’interno dell’ospedale riguardano lo spostamento della porta del Reparto Dialisi: la ditta demolirà una parete in muratura e una in cartongesso, smaltendo i materiali di risulta in discarica autorizzata; inoltre eseguirà le riprese sia della muratura che del linoleum nelle pareti e sul pavimento interessati dalla demolizione, comprese sguscie perimetrali. Infine provvederà allo staffaggio delle tubazioni esistenti sopra il contro-soffitto.

A Palazzo Cianti la “Progeas Srls” interverrà all’Ufficio Personale sito al piano rialzato.

Anche in questo caso è prevista la demolizione della parete spessa 15,5 centimetri realizzata con 4 lastre di cartongesso con struttura portante in metallo, che verranno smaltiti in discarica autorizzata.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Scomparso e ritrovato, Alessandro Croce sta bene

Verrà inoltre demolito il battiscopa e sostituito con quello in ceramica, smontata la porta di legno, eseguite assistenze murarie per modifiche all’impianto elettrico, effettuate le riprese della muratura e della pittura sia delle pareti e dei soffitti che della pavimentazione esistente.

Il 30 giugno scorso la Asl Roma 5 aveva affidato altri lavori da 18.701 euro e 29 centesimi a Palazzo Cianti.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.