FERROVIE – Sciopero nazionale il 9 settembre

Il sindacato "troppe aggressioni". Dalle 9 alle 17 di macchinisti e capitreno di Trenitalia, Italo, Trenord, Trenitalia Tper incroceranno le braccia

Ferrovie a rischio blocco il prossimo 9 settembre. I lavoratori lamentano troppe aggressioni e si fermeranno per un giorno. Dalle 9 alle 17 di venerdì così macchinisti e capitreno di Trenitalia, Italo, Trenord, Trenitalia Tper incroceranno le braccia.

A proclamare la protesta sono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Fast Confsal e Orsa “per gravi eventi lesivi della sicurezza e dell’incolumità delle lavoratrici e dei lavoratori“.

“A tutt’oggi, preso atto dell’ennesima aggressione al personale in servizio sui treni – denunciano le organizzazioni sindacali – non si è apprezzato alcun intervento da parte dei datori di lavoro (aumento delle risorse a supporto del personale di front line) e neanche una maggiore incisività da parte del legislatore rispetto alle proposte fatte dalle parti sociali (daspo trasporti, revisione della normativa in essere)“.

LEGGI ANCHE  TIVOLI – IL Mausoleo dei Plautii passa all'istituto Villae

La gravità e l’intollerabilità delle numerose e violente aggressioni – affermano infine Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Fast Confsal e Orsa – non consente indugi, e necessita urgentemente di un fermo e risolutivo intervento a tutela della sicurezza e dell’incolumità delle lavoratrici e dei lavoratori che quotidianamente prestano sui treni un servizio alla collettività“.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.