GUIDONIA – Elezioni, Fdi è il primo partito in città davanti al M5S

Analisi del voto - I grillini sopra al Pd, ma senza rappresentanti in Consiglio. Fdi triplica i consensi, cresce Fi, stabile la Lega

Guidonia Montecelio ha giocato un ruolo decisivo nell’elezione di Alessandro Palombi, Fratelli d’Italia, a Deputato del Collegio Uninominale .

Nella città dell’Aria l’attuale sindaco di Palombara Sabina e Consigliere della Città metropolitana di Roma ha infatti totalizzato 19.907 pari al 50.26 % contro gli 8.653 (il 21,85%) totalizzato dal candidato del Centrosinistra Marco Vincenzi.

Le Elezioni Politiche 2022 consegnano un quadro completamente diverso rispetto alle Amministrative dello scorso giugno che a Guidonia Montecelio hanno decretato la vittoria al ballottaggio del sindaco della coalizione civica Mauro Lombardo col 59,92%.

Dall’analisi del voto che ha permesso ad Alessandro Palombi di essere eletto Deputato del Collegio emerge che alle urne di Guidonia Montecelio si è recato il 62,71% degli aventi diritto al voto, ossia 40.747 su 64.982, praticamente il doppio rispetto ai 18.748 – pari al 27,45% – del ballottaggio del 26 giugno tra il candidato civico Lombardo e lo sfidante del Centrodestra Alfonso Masini.

Le Elezioni Politiche di ieri, domenica 25 settembre, sanciscono che ora il primo partito a Guidonia Montecelio è Fratelli d’Italia con 13.873 preferenze pari al 36,779%. Il partito di Giorgia Meloni, attualmente in opposizione in Consiglio comunale, ha triplicato i consensi delle Amministrative di tre mesi fa quando totalizzò appena 4.023 voti e il 13,666%.

LEGGI ANCHE  I colori del foliage sui Monti Lucretili

Nella coalizione di Centrodestra il secondo partito è la Lega con 2.810 voti pari al 7,450%, una conferma rispetto al 7,878% – 2.319 voti – delle Amministrative.

Cresce Forza Italia con 2.465 voti pari al 6,535%, che alle Amministrative non era andata oltre le 1.423 preferenze pari al 4,834%.

Per la cronaca, nella coalizione di Centrodestra a sostegno di Palombi c’era anche “Noi Moderati” che ha totalizzato 217 preferenze pari allo 0,575%.

Dai risultati elettorali delle Politiche emerge un altro dato importante: il Movimento 5 Stelle è il secondo partito a Guidonia Montecelio con 6.706 preferenze pari al 16,93%, pur non avendo un rappresentante eletto in Consiglio comunale.

Tanti sono i voti a sostegno della candidata alla Camera nel Collegio Uninominale Viviana Carbonara, che ha permesso ai grillini di quadruplicare i consensi di tre mesi fa. Alle Amministrative, infatti, il M5S non era andato oltre le 1355 preferenze pari al 4,603%.

Se Marco Vincenzi si è fermato a 8.653 voti pari al 21,85%, il Partito Democratico non è andato certo meglio e, pur restando la terza forza politica in città, ha perso il 3% dei consensi rispetto alle Amministrative.

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA – Lenzuola sporche e cibo scadente, nei guai una casa per anziani

Se a giugno i democrat erano riusciti a totalizzare 5.598 voti pari al 19,017%, ieri nonostante le 6.206 preferenze la percentuale scende al 16,453%.

Male il “Terzo Polo” composto da “Azione” di Carlo Calenda e “Italia Viva” di Matteo Renzi, coalizione rappresentata in Consiglio comunale a Guidonia Montecelio da Mirko Sotorino e coordinata da Aldo Cerroni: la candidata Giovanna Marchese ha totalizzato 2.267 preferenze pari al 5,72%.

Per la cronaca, nella coalizione di Centrosinistra a sostegno di Vincenzi Alleanza Verdi e Sinistra non è andata oltre le 910 preferenze pari al 2,413%, +Europa si è fermata a 879 voti e il 2,330%, Impegno civico di Luigi Di Maio ottiene appena 252 voti pari allo 0,668%.

Infine il candidato di Italexit, Gianni Golia di Villalba di Guidonia, non è andato oltre i 726 voti – 1,83% – e il candidato di “Vita”, Nemesio Rinaldi anche lui di Villalba, si è fermato a 202 preferenze pari allo 0,51%.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.