GUIDONIA - Dario Falleti presenta “Aperitivo all’arsenico a Roma”

Il giallo dello scrittore guidoniano è finalista al Premio Tedeschi

Venerdì 10 marzo, presso la libreria “Tiburtina Incipit”, a Roma, Dario Falleti ha presentato il suo ultimo romanzo, “Aperitivo all’arsenico a Roma” (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

Accompagnato dalle domande dell’autore Nicola Verde, Dario Falleti racconta di come nasce il suo ultimo romanzo, definito “un intreccio giallo che parla di ecomafia”.

Il commissario Negroni, protagonista della storia, si ritroverà a risolvere un nuovo caso: il professor Corradi, docente universitario di fama mondiale viene ritrovato morto nel suo appartamento per avvelenamento da arsenico.

L’ipotesi iniziale è di un suicidio, ma il commissario Negroni vuole andare infondo alla faccenda. Questo scatenerà una serie di omicidi e lo scenario cambierà totalmente.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Defibrillatore danneggiato prima dell’inaugurazione, caccia al vandalo

Dario Falleti è uno scrittore curioso, attento e studioso. Non parla mai di situazioni che non conosce. Ecco perché prima di cimentarsi nella stesura di un romanzo dedica molto tempo alla ricerca delle informazioni e della documentazione necessaria per rendere tanto più verosimile la storia.

L’ispirazione per questa storia, racconta all’amico autore Nicola Verde, nasce dai vari problemi che la sua città, Guidonia, ha affrontato per lo smaltimento dei rifiuti, i vari sospetti di eco-mafia.

A Roma di veramente organizzato c’è soltanto la criminalità”, dirà un suo personaggio tedesco, molto pessimista.

Attraverso un linguaggio cinico, Falleti da voce a stereotipi sull’Italia. Il suo pensiero, però, è ben diverso: “L’ottimismo ad oltranza è sbagliato perché maschera un sano realismo che non dovrebbe impedire di vedere le cose in modo reale”.

LEGGI ANCHE  PISONIANO - Elezioni, Antonio D’Orazi è il nuovo sindaco

Il filo conduttore è sempre lui, il commissario Negroni, un uomo risoluto che non si arrende mai, dalla battuta sempre pronta. I dialoghi sono una caratteristica molto importante in questo romanzo, Dario Falleti si ispira ai dialoghi di Hemingway per andare avanti nel raconto.

L’autore ricorda che la scrittura del libro richiede tempo, impegno e dedizione, partendo da un racconto di poche pagine su idee di sviluppo. Dario Falleti è già pronto alla scrittura di nuove avventure per il commissario Negroni.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.