GUIDONIA – Il Centro anziani riapre nella villa confiscata alla criminalità

Sabato riunione degli iscritti a Setteville Nord

A 5 anni dalla chiusura, riapre il Centro sociale anziani di Setteville Nord, Marco Simone, Casal Bianco e Laghetto, le zone residenziali di Guidonia Montecelio.

La sede provvisoria assegnata dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mauro Lombardo è una villa a tre livelli ubicata in via Tivoli 20/E confiscata alla criminalità organizzata.

Domani, sabato 2 dicembre, alle ore 15 presso la sede temporanea si terrà il primo incontro pubblico con gli iscritti organizzato dall’Associazione di promozione sociale “Futuro Insieme” affidataria della gestione del Centro anziani. Il centro di aggregazione per la Terza Età è stato riattivato proprio su richiesta di un gruppo di residenti che hanno costituito Aps presieduta da Mario Martino, imprenditore e nuovo presidente dell’Area Roma Nord Est della CNA, la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa.

LEGGI ANCHE  SANT'ANGELO ROMANO - Lavori di manutenzione, Borgo senz'acqua per un giorno intero

Nell’incontro di domani pomeriggio i circa 70 iscritti alla Associazione di promozione sociale “Futuro Insieme” decideranno insieme il futuro del quartiere relativamente ad attività sociali, eventi e servizio in spirito di collaborazione con tutte le realtà del territorio, scegliendo la strada da percorrere per costruire una quotidianità più attiva e sostenibile.

Vale la pena ricordare che la sede definitiva del Centro Anziani è prevista in via Subiaco con la costruzione di una struttura polifunzionale grazie ad un finanziamento della Regione Lazio.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.