GUIDONIA – L’allarme non suona, razzia e danni nella scuola circondata dai rom

Rubati anche i giochi dei bambini al plesso dell’Albuccione

Hanno forzato la grata di una porta finestra sul retro, ma l’allarme non è scattato.

I ladri hanno staccato dal muro e rubato un video proiettore

Così i balordi hanno avuto campo libero per fare razzie e danneggiamenti all’interno della scuola dell’Istituto comprensivo “Giuliano Montelucci” all’Albuccione, il quartiere più degradato del Comune di Guidonia Montecelio dove ha sede il più grande campo rom della provincia di Roma.

Gli autori del raid hanno anche staccato due porte

Il fatto è accaduto nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 novembre ed è stato denunciato dalla vice preside Vittoria Zarelli ai carabinieri della Tenenza di Guidonia.

Le aule sono state messe a soqquadro

Secondo una prima stima, gli autori nelle aule hanno staccato dal muro e portato via un video-proiettore, l’altoparlante bluetooth, un monitor di pc, risme di carta e materiale di cancelleria, saponi, medicinali della cassetta di pronto soccorso, perfino i lavoretti degli alunni per Natale.

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA - Vende droga sulla Nomentana, arrestato dai carabinieri

Non contenti, hanno perfino staccato le porte di due aule.

La scorribanda è proseguita anche nella palestra scolastica, dove due associazioni svolgono attività sportive per i ragazzi e da dove sono sparite attrezzature varie, tra cui guantoni, bilanceri, uno stereo per un danno complessivo di circa 4 mila euro.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.