TIVOLI – “No a Di Lauro e Rubeis”, sedicenti militanti contro la leader della Lega

In un comunicato presunti iscritti contestano le scelte di Laura Cartaginese

Continuano le grandi manovre per le elezioni comunali della primavera 2024 a Tivoli.

Il Centrosinistra è sempre fermo ai box, mentre il Centrodestra tiburtino è in gran fermento in vista di una tornata che potrebbe riportarlo nelle stanze dei bottoni di Palazzo San Bernardino, confidando nel vento favorevole in Regione Lazio e al Governo nazionale.

Ora scendono in campo sedicenti “Iscritti e militanti” della Lega Tivoli, il partito che appare più attivo e in città è diretto da Laura Cartaginese, attuale capogruppo in Regione Lazio e recentemente nominata Commissario del partito dal Segretario provinciale Angelo Valeriani dopo le dimissioni del Coordinatore cittadino Ettore Tirrò.

In un comunicato stampa inviato alle 12,44 di domenica 31 dicembre 2023 dalla mail “uffstampalegativoli@libero.it” alla redazione di Tiburno.Tv i sedicenti iscritti e militanti contestano le scelte della consigliera regionale.

“Apprendiamo da indiscrezioni di stampa, in un articolo pubblicato il 29 Dicembre, che a seguito di un incontro tra le forze partitiche del centro-destra la Lega Tivoli abbia formalmente avanzato la proposta di candidatura a sindaco di un esponente appartenente all’attuale maggioranza”, recita il comunicato riferendosi alla proposta avanzata da Laura Cartaginese di candidare a sindaco Emanuele Di Lauro, attuale presidente del consiglio comunale di Tivoli e referente della coalizione civica guidata dal sindaco Giuseppe Proietti (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Troppo traffico, vietato sostare più di un'ora in via Maremmana

“Gli iscritti e i militanti locali – si legge sempre nel comunicato – si dissociano da questa indiscrezione e chiedono con urgenza l’apertura un tavolo di confronto con i proprio organi di partito per indicare in modo netto e trasparente la volontà di chiudere tutte le porte all’esperienza civica dei Proiettiani”.

Nel comunicato viene inoltre contestata la nomina da decisione di Laura Cartaginese di nominare vice commissario e responsabile della campagna elettorale della Lega di Tivoli un personaggio carismatico come Eligio Rubeis, ex sindaco di Guidonia Montecelio dal 2009 al 2015 (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

“Allo stesso tempo – scrivono i sedicenti militanti – apprendiamo sempre da mezzo stampa che è stata varata la nomina di un commissario straordinario per le elezioni, se così fosse confermato riteniamo questa decisione bizzarra e senza alcun senso politico”.

“Auspichiamo rapide smentite su tali informazioni – conclude il comunicato – altresì ci riserviamo di sottoporre tale questione agli organi competenti di partito financo il segretario federale Matteo Salvini”.

Ma chi sono i sedicenti “Iscritti e militanti” della Lega Tivoli?

LEGGI ANCHE  SAN POLO DEI CAVALIERI - Città turistica, sosta vietata per più di 2 ore in Centro

Avversari di Laura Cartaginese?

A tal proposito la redazione di Tiburno.Tv ha contattato il consigliere comunale Vincenzo Tropiano, ex responsabile Lega Provincia Roma area Est, dimissionario insieme ad Ettore Tirrò.

“Tutti i militanti che facevano e fanno capo al nostro gruppo non hanno inviato alcuna mail alla redazione di Tiburno.Tv e neppure gli interessa – spiega Vincenzo Tropiano – Tantomeno intendono chiedere alcun chiarimento coi vertici del partito perché già avvenuto in passato e non ha portato ad alcun risultato”.

“Ovviamente non posso parlare per tutti i militanti della Lega a Tivoli – prosegue Tropiano – perché ce ne erano alcuni, non tanti, 4 o 5, non iscritti tramite me bensì in capo alla consigliera Laura Cartaginese e ad altri.

Mi pare molto strano, non vorrei che qualcuno abbia inviato questa mail appositamente per creare dissidi interni al partito”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.