TIVOLI – “Cammini e ripari nel Parco dei Monti Lucretili”, workshop in Biblioteca

Evento patrocinato da Comune, Università Roma Tre e Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana

È in corso presso la Biblioteca comunale di Tivoli il workshop internazionale di progettazione “Cammini e ripari nel Parco dei Monti Lucretili”, patrocinato dal Comune di Tivoli, Università degli Studi Roma Tre, SUPSI (Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana).

Il workshop vedrà la partecipazione docenti e studenti afferenti a: Sapienza Università di Roma, Università Roma Tre, l’Università degli Studi dell’Aquila e della SUPSI- Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (Mendrisio,Svizzera). Nel coordinamento generale anche Claudia Bernardini, Presidente della Commissione Urbanistica del Comune di Tivoli.

Obiettivo del workshop è indagare il territorio del Parco dei Monti Lucretili, tra Tivoli e Palombara Sabina, attraverso l’identificazione di specifici itinerari connessi al tema del sacro e alla progettazione di luoghi di sosta e riparo lungo questi tracciati.

LEGGI ANCHE  MENTANA - Apre l’ambulatorio di elettroencefalografia per l’età evolutiva

Nell’arco di cinque giornate (12-16 febbraio 2016) docenti, tutor e studenti percorreranno al mattino, insieme a membri delle associazioni e delle amministrazioni locali, i luoghi maggiormente identificativi sul piano paesaggistico di questo territorio: il percorso panoramico tra Villa Gregoriana e il Tempio di Ercole Vincitore a Tivoli, il crinale della riserva naturale di Monte Catillo che affaccia sulla Valle dell’Aniene, il tragitto compreso tra San Polo dei Cavalieri e Marcellina percorrendo il Monte Morra e il tratto della Valle Cavalera compresa tra Prato Favale e il Monte Gennaro.

Nell’arco dei pomeriggi, rientrati a Tivoli, verranno progressivamente sistematizzate le riflessioni progettuali e, più in generale, i ragionamenti sugli itinerari percorsi, che saranno presentati pubblicamente nel corso della giornata finale del 16 febbraio.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.