GUIDONIA – “Il nostro mondo, il nostro futuro rigoglioso”, gli Scout celebrano il World Thinking Day

Il Gruppo Agesci sensibilizza i ragazzi sui temi dell'Ambiente

Come ogni anno, questo giovedì, 22 febbraio, si è celebrato il “World Thinking Day”, una celebrazione istituita nel 1926 con l’intento di diffondere lo scoutismo nella società.

Inoltre, nel 1932 è stato definito il 22 febbraio come giorno per questa ricorrenza, in quanto coincide con il compleanno di Sir Baden Powell, fondatore dello scoutismo.

“Il nostro mondo, il nostro futuro rigoglioso”: lo slogan di questo 2024

Il tema tema scelto per il triennio 2022/24, è “il nostro Mondo”, con l’intento di sensibilizzare i ragazzi sul temi dell’ambiente, argomento importante per tutti coloro che vivono la loro vita scout a contatto stretto con la natura.

In particolare quest’anno si vuole puntare sulla consapevolezza ambientale, per creare un mondo sostenibile, sano e pulito in cui crescere e vivere in pace. “Il nostro Mondo, il nostro futuro rigoglioso”, questo è il tema specifico di questa Giornata che guide e scout di tutto i paesi si apprestano a festeggiare con diverse iniziative.

Quest’anno però, l’impegno è ancora più importante. Non solo perché il tema scelto è molto più che attuale, ma anche perché l’AGESCI festeggia i suoi 50 anni dalla fondazione.

“È un anno importante, per tutti noi – affermano Daniela Ferrara e Fabrizio Marano, rispettivamente capo guida e capo scout d’Italia – 50 anni di Promessa da guide e da scout che con l’aiuto di Dio, nelle nostre comunità di appartenenza, ci ritrova ancora oggi sempre pronti a fare del nostro meglio, con onore, umiltà, gioia e spirito di servizio orientato alla felicità dell’altro, con uno stile così bello che B.-P. volle trascrivere nella Legge scout”.

Proprio per questo, la richiesta di partecipazione, per quest’anno speciale, è stata accolta a gran voce dalle nostre realtà scoutistiche cittadine, le quali si sono impegnate in attività e progetti per celebrare al meglio questo giorno.

Gruppo Scout Guidonia 2: uno sguardo al futuro attraverso la sostenibilità

Un’attività un po’ insolita ha atteso i ragazzi del gruppo Scout Guidonia 2 presso la parrocchia del Sacro Cuore, i quali si sono ritrovati impegnati in dei laboratori in cui “riciclo” e “sostenibilità” erano le parole chiave.

LEGGI ANCHE  Roma-Lazio, scontri davanti allo Stadio: arrestato un tifoso giallorosso

Si parla, infatti, di lavori adatti ai più grandi ma anche ai più piccoli, tutti impegnati in diverse attività: alcuni, attraverso l’utilizzo di vecchie pagine di giornale, davano vita a nuovi fogli di carta; altri si dedicavano alla creazione, attraverso materiali riciclati, di giocattoli da donare, in un secondo momento, in beneficenza; e infine, un altro gruppo di ragazzi e ragazze, si cimentavano nella realizzazione di alcune saponette al limone.

Per comprendere meglio, però, cosa significa vivere il “World Thinking Day”, ci siamo affidati alle parole del capogruppo Francesco Russotti.

Che cosa significa il thinking day per uno scout?  È un’occasione per rinnovare la promessa o per diffonderla ancora di più nel mondo?

“Il thinking day, o giornata del pensiero, è la ricorrenza più importante per tutti gli scout del mondo. Infatti, nel giorno della nascita del suo fondatore Lord Baden Powell of Gilwell, ogni scout rinnova l’impegno preso il giorno della sua promessa di migliorare il mondo rispetto a come lo si è e lo si sta trovando.

È l’occasione per rilanciare un impegno concreto, per tenere vivo un ricordo, per alimentare quel fuoco dello scoutismo che ormai arde da più di 100 anni”.

Quanto è importante questa ricorrenza nella società, specialmente per il tema scelto quest’anno (“il nostro mondo”)?

Quest’anno, come scout A.G.E.S.C.I., concludiamo un impegno triennale che l’associazione ci ha proposto, e che si concretizza nel migliorare il nostro rapporto con la natura.

Recita la nostra associazione: «… Le guide e le scout di 100 paesi, interpellate in occasione della Giornata Internazionale della Ragazza 2020, hanno messo al primo posto l’ambiente tra le loro preoccupazioni per il futuro e le cose da cambiare nel mondo. Si è quindi deciso che il tema della Giornata Mondiale del pensiero dal 2022 al 2024 sarebbe stato Il Nostro Mondo, il Nostro Futuro di Pace.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Traffico in tilt, disattivati i varchi Ztl fino alle 17

Il Nostro Mondo, il Nostro Futuro è il fil rouge del triennio della Giornata Mondiale del Pensiero dal 2022 al 2024 che ci ha permesso di supportare le Guide e le Scout affinché diventino leader consapevoli dell’ambiente.

Lo scorso anno ci siamo concentrati su “Il Nostro Mondo, il Nostro Futuro di Pace” sperimentando come sia possibile imparare dalla natura e lavorare con essa per creare un futuro più pacifico e sicuro per le ragazze di tutto il mondo. Siamo stati guidati da una storia scritta prendendo ispirazione dalle leggende popolari di e tutte e cinque le regioni WAGGGS (World Association of Girl Guides and Girl Scout).

Quest’anno siamo giunti all’ultima tappa di questo viaggio per analizzare i legami tra l’ambiente e le altre preoccupazioni globali emerse. Questa Giornata Mondiale del Pensiero, dal titolo “Il Nostro Mondo, il Nostro Futuro Rigoglioso”, è incentrata sulla consapevolezza ambientale. Insieme possiamo creare un mondo sostenibile dal punto di vista ambientale e libero dalla povertà, un futuro in cui ragazze e ragazzi possano crescere».

Credo fortemente che uno dei due macro temi per il presente ed il futuro sia ristabilire un rispetto con la nostra madre terra e sensibilizzare il più possibile i giovani e le famiglie è un obbligo morale che come cittadini e, a maggior ragione come scout, dobbiamo assumerci”.

Questo evento, va al di fuori del mondo scout o resta rinchiuso tra le mura dell’associazione AGESCI?

“Come anche citato prima, ogni impegno scout non è, non deve essere, fine a stesso. Il nostro è un metodo educativo per crescere gli uomini e le donne che un domani saranno protagonisti del mondo. Educare attraverso il gioco, l’esperienzialità, la riflessione è la nostra caratteristica per dare pensieri e abitudini ai giovani che diventino poi valori imprescindibili nel loro percorso di vita e che facciano di loro dei veri testimoni nella società”.

(Matteo Somma)

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.