MONTEROTONDO – Benvenuti nel nuovo “Parco Arcobaleno”

Stamane centinaia di bambini e ragazzi nell'area verde riqualificata, festa grande fino alle 19

L’attesa è finita!

Stamane, sabato 6 aprile, è iniziata col taglio del nastro la grande festa per la riapertura del Parco Arcobaleno, a Monterotondo.

Dalle 10,30 alle 19 un’intera giornata di attività sportive e ludiche, giochi e letture per bambini, musica, benessere ed educazione sanitaria. Ma, soprattutto, tanto divertimento.

Alle 10,30 è previsto il Concerto dell’Associazione Musicale Eretina e alle 11 la cerimonia di inaugurazione. Alle 13.00, pastasciutta in compagnia per tutti i partecipanti.

Durante la giornata verranno svolte attività nel nuovo campo da basket e baskin, il campo polivalente per calcetto e volley, l’anfiteatro per spettacoli all’aperto, i nuovissimi giochi per bambini dai 6 ai 12 anni e arredi Smart.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - “Tivoli Calcio 1919” retrocede in Eccellenza, i tifosi: “Società da rifondare”

All’evento sono presenti i rappresentanti dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Riccardo Varone.

Il Parco Arcobaleno-ex Onmi di Monterotondo è stato riqualificato dalla “Linea Verde Nicolini Srl” di Roma, che a febbraio 2023 si è aggiudicato l’appalto offrendo un ribasso percentuale pari al 29,1% ed un conseguente importo contrattuale pari a 269.676 euro e 75 centesimi.

Vale la pena ricordare che nella serata del 28 febbraio scorso il “Parco Arcobaleno” era stato vandalizzato da tre ragazzini, due dei quali individuati dalle telecamere del sistema di videosorveglianza comunale nell’area verde: si trattava di due fratelli, un ragazzino di 11 anni e una ragazza di 14 anni denunciati ai carabinieri dall’Assessora e Vice Sindaca Isabella Bronzino.

LEGGI ANCHE  MENTANA FONTE NUOVA – Serrata sugli autolavaggi, scoperti 15 lavoratori "in nero"

Era stata proprio la donna ad accompagnare i figli in caserma dei carabinieri di Monterotondo ammettendo le responsabilità e dichiarandosi disponibile a risarcire i danni provocati dai ragazzini.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.