MONTEROTONDO – Stretta sugli autolavaggi, tre titolari multati e un impianto sequestrato

Controlli a tappeto dei carabinieri: pusher in manette, denunciati un ricettatore e un automobilista ubriaco al volante

I Carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio nel comune di Monterotondo, finalizzato alla prevenzione e alla repressione  di ogni forma di illegalità.

Nel corso delle attività, i militari diretti dal Capitano Carmine Rossi hanno arrestato un 47enne gravemente indiziato di detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti; l’uomo infatti è stato sorpreso con 100 grammi di hashish e materiale per il confezionamento. Al termine delle formalità di rito, l’indagato è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che, l’indomani ha convalidato l’arresto e rimesso in libertà il 47enne.

Nel corso dei controlli, i Carabinieri hanno anche denunciato alla Procura della Repubblica 5 persone, 4 uomini ed una donna. In particolare un 41enne romeno è stato denunciato per guida in stato di ebrezza, mentre un 34enne italiano è stato segnalato per ricettazione, in quanto sorpreso a bordo di uno scooter, risultato rubato nell’anno 2005.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - L’antica Roma riprodotta a piazza Rivarola

Per gli altri 3 soggetti, 2 uomini ed una donna, la denuncia è scattata a seguito dei controlli effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Monterotondo, unitamente a personale del N.I.L. di Rieti, del Nucleo Forestale Carabinieri di Monterotondo e di personale della polizia locale del comune eretino a tre autolavaggi. In particolare, gli accertamenti hanno consentito di rilevare alcune irregolarità sia in materia ambientale che in tema di sicurezza nei luoghi di lavoro; per tali motivi, un autolavaggio è stato sequestrato penalmente, in quanto sversava le acque di risulta direttamente nella pubblica fognatura, mentre un altro autolavaggio è stato sospeso per violazioni in materia di sicurezza sul lavoro. Ai tre autolavaggi sono state elevate anche sanzioni pecuniarie per un importo complessivo di 12.500 euro.

I controlli dei Carabinieri di Monterotondo, unitamente a personale del NAS di Roma, hanno riguardato anche alcuni bar del circondario; sono stati quindi sanzioni 3 bar per la mancata applicazione delle procedure sulla sicurezza alimentare, con multe per un valore complessivo di 6.000 euro.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Protezione Civile, inaugurato il monumento ai volontari caduti in servizio

Infine, altre 7 persone sono state sanzionate e segnalate alla Prefettura per il possesso di modica quantità di sostanze stupefacenti destinate all’uso personale.

Complessivamente, i Carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno identificato oltre 250 persone e controllato 180 veicoli, alcuni dei quali sono stati sanzionati al codice della strada per oltre 12.000 euro e ritirata 1 patente di guida.

I controlli, in particolare rivolti agli autolavaggi, svolti dai Carabinieri della Compagnia di Monterotondo nelle ultime settimane, hanno consentito di riscontrare irregolarità in tutte e 12 le attività sottoposte a verifica nei comuni di Monterotondo, Mentana, Fiano Romano e Fonte Nuova; ad oggi, 2 sono state sequestrate penalmente e 8 sospese temporaneamente,

fino al superamento delle criticità riscontrate. Infine 13 sono stati i lavoratori “in nero” scoperti.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.