SETTECAMINI - L’auto prende fuoco al distributore: donna ustionata sull’80% del corpo

Tragedia in via Tiburtina, la 59enne ricoverata al Sant’Eugenio

Aveva appena fatto rifornimento, il tempo di riaccendere il motore, percorrere pochi metri e la sua auto è andata in fiamme.

E’ la drammatica scena alla quale ieri pomeriggio, sabato 21 giugno, hanno assistito gli automobilisti in transito sulla via Tiburtina, all’altezza del civico 1641, a pochi passi dal Tecnopolo, a Settecamini.

Una donna di 59 anni, F. F., ha riportato ustioni sull’80% del corpo a seguito dell’incendio della sua Fiat Panda ed ora è ricoverata in prognosi riservata presso il Centro grandi ustionati dell’ospedale Sant’Eugenio di Roma.

Secondo una prima ricostruzione degli agenti del IV Gruppo Tiburtino della Polizia locale di Roma Capitale, la 59enne stava facendo rifornimento di Gpl ma il gestore della pompa ha avvertito un odore insolito provenire dall’auto.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Maestra da stabilizzare, l'assessora replica: "Le assunzioni avvengono nel rispetto della normativa"

Sospettando un problema all’impianto, l’uomo ha suggerito alla cliente di interrompere il rifornimento di Gpl e inserire la benzina, invitandola a far controllare la vettura.

A quel punto, la cliente è ripartita. Ma mentre era ancora all’interno dell’area di servizio, la Panda ha improvvisamente preso fuoco. Il gestore e altri clienti presenti hanno immediatamente allertato i soccorsi.

In due hanno preso coraggio e sono accorsi per estrarre la donna dall’abitacolo, salvandole la vita, tuttavia le fiamme avevano già bruciato molte parti del corpo.

I vigili del fuoco hanno domato le fiamme, mentre un’ambulanza del 118 ha trasportato F. F. al Sant’Eugenio.

Il mezzo è stato sequestrato e sono stati avviati ulteriori accertamenti sul caso. Pare che l’impianto del Gpl sia stato installato appena due settimane fa.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Romano, l'informatico da 100 e Lode con la passione per musica e scacchi

Al momento non è esclusa alcuna ipotesi.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.