Fiano Romano – “Sfila” i dati del conto corrente via mail e gli ruba i soldi

Week-end di passione sull’asse Salario.I carabinieri della stazione di Capena hanno arrestato un ragazzo albanese residente a Fiano Romano per aggressione. I militari sono intervenuti dopo che alcuni cittadini avevano segnalato una rissa su via Tiberina. Così, domenica pomeriggio, è finito in manette G.H. poco dopo aver aggredito un camionista del casertano di 43 anni, ferendolo ad una mano con un coltello, a seguito di una brutta litigata scoppiata poco prima.

Stavano invece caricando barre di ferro e tubi innocenti su un camion appena “preso in prestito” da un cantiere edile di Montelibretti due romeni di 54 e 21 anni, finiti agli arresti con l’accusa di furto e detenzione abusiva di arma da taglio. In tasca avevano due coltelli a serramanico. La merce rubata è stata restituita ai titolari del cantiere edile. C’è anche un caso di Fishing nel Nordest.

Un esperto hacker di 32 anni, nato a Milano e già finito nei guai a Cuneo dov’era finito al fresco per il reato frode informatica, ha colpito a anche a Nerola. La denuncia dei Carabinieri della stazione è partita dopo che un 51enne di Montorio Romano aveva scoperto che dal suo conto sparivano continuamente soldi. Il milanese, un vero mago dell’informatica autore di diverse truffe, aveva appunto utilizzato la tecnica del fishing che – in pratica – consiste nell’inviare false mail con l’obiettivo di rubare dati personali e sensibili ai malcapitati che le aprono.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Capena, L'appello social: "Aiutatemi a trovare Grace"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *