Il decorso post operatorio del Papa è soddisfacente

Per le dimissioni è questione di giorni

Gratitudine

Nei corridoi al decimo piano del Policlinico Gemelli di Roma il riserbo è massimo. La privacy di Papa Francesco è protetta da agenti di polizia e gendarmi vaticani.

A parlare sono soltanto gli asettici bollettini medici che confermano la diagnosi iniziale: una stenosi diverticolare severa con segni di diverticolite sclerosante. Questo significa che l’occlusione dovuta ai diverticoli c’era ma – e questa è decisamente un’ottima notizia – non ci sono masse tumorali.

Il decorso post operatorio del Papa continua ad essere regolare e soddisfacente e le sue dimissioni potrebbero essere questione di giorni. Sono in molti a sperare di rivederlo presto affacciato alla finestra del Palazzo Apostolico e c’è anche chi azzarda fantasie sull’eventuale ed eccellente tifo calcistico per la finale di Londra.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Ruba il decespugliatore e aggredisce la proprietaria, condannato

Intanto Bergoglio ha voluto esprimere la propria gratitudine a tutti coloro, leader mondiali ma soprattutto gente comune, che in questi giorni ha pregato per la sua salute: “Sono toccato dai tanti messaggi e dall’affetto ricevuto”, ha scritto sul suo profilo Twitter. “Ringrazio tutti per la vicinanza e la preghiera”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *